MotoGP, la stagione chiave di Pedrosa: «Lavoro duro per diventare campione del mondo»

dani pedrosa

Per evitare altri infortuni che hanno condizionato la sua carriere, Dani Pedrosa ha rinunciato a due sue grandi passioni, lo sci e il motocross

A ridosso della dodicesima stagione in MotoGP, Dani Pedrosa è più convinto e deciso che mai di raccogliere i frutti che ha seminato nel corso degli anni. Il suo palmares, rimane invariato dal 2005, con la vittoria nel 2003 del campionato 125 e nei due anni successivi della 250. Che quest’anno sia l’anno buono per ritoccare la sua bacheca dei trofei? Intanto il suo contratto in Honda non è stato ancora rinnovato come al suo compagno di scuderia Marquez e su di lui pare esserci un interessamento della casa austriaca KTM. Comunque vada, per Dani Pedrosa il 2018 sarà una stagione chiave.

Il pilota di Sabadell è carico per questo 2018: «Lavoro duro ogni giorno per diventare campione del mondo. Il Mondiale è lungo, ma per raggiungere l’obiettivo dobbiamo essere competitivi sin dall’inizio». Il motivo principale per cui il trentaduenne non ha centrato l’obiettivo, che tutti gli addetti al lavoro si aspettavano sul suo conto a inizio carriera, è dovuto a tantissimi infortuni subiti in carriera che gli hanno tormentato le stagioni nella classe regina.

Per evitare queste zavorre che hanno gravato in maniera pesante sul suo rendimento, anche per colpa del suo fisico esile, Dani Pedrosa ha deciso di prendere seri provvedimenti, rinunciando nella sosta invernale a due sue grandi passioni, lo sci e il motocross: «In inverno vado spesso a sciare in svizzera, ma quest’anno ho deciso di rinunciare. Mi sono allenato intensamente per tutto l’inverno, e non volevo nessun contrattempo. In tutta la mia carriera, ho usato il cross come metodo di allenamento. Credo possa essere molto utile, ma è anche molto pericoloso, con tutti quei salti, è davvero facile ritrovarsi per terra e le conseguenze possono essere molto gravi. Non posso più prendermi quel rischio».

Pedrosa non rinuncerebbe mai alla sua vera passione inaspettata, ovvero il windsurf: «ll windsurf è lo sport che continuerò a praticare quando smetterò di correre in pista. E’ qualcosa che amo davvero. Björn Dunkerbeck è un caro amico e qualche volta mi dà lezione. Provo una tale carica quando sono sulle onde, simile a quella di quando corro in MotoGP». Il sogno mondiale di Dani Pedrosa riparte il 18 marzo, con il GP del Qatar, primo atto della MotoGP 2018. Ecco qui le info: Qatar 2018: programma, orari e diretta TV da Losail