MotoGP, Tech3 spingerà per il ritorno di Folger nel 2019

Jonas Folger
@imagephotoagency

Hervé Poncharal ha assicurato che farà di tutto per convincere il pilota tedesco a tornare con il team Tech3 per la stagione 2019, se le sue condizioni lo consentiranno

Nella parte finale della stagione scorsa Jonas Folger è stato costretto a rinunciare alle ultime 4 gare del mondiale, a causa della sindrome di Gilbert diagnosticatagli. A causa dei suoi problemi fisici, poco prima dell’inizio di questa stagione il tedesco ha preso la difficile decisione di non partecipare al mondiale 2018, spiazzando tutto il team Tech3 e specialmente il titolare della squadra, Hervé Poncharal.

Nel suo anno da debuttante Folger ha ottenuto 8 piazzamenti tra i primi 10 e, addirittura, un secondo posto nel Gran Premio del Sachsenring, circuito di casa sua. I risultati che ha ottenuto hanno confermato le grandi abilità che possiede e che Poncharal vide già un anno fa.

Lo stesso team manager francese ha detto, in un’intervista ad Autosport.com: «Se Jonas mi convince di essere totalmente recuperato e pronto per le 19/20 gare della stagione, con tutti i test e lo stress di un mondiale di MotoGP, sarò io a convincere i miei soci, che sono i miei sponsor. Probabilmente sarà dura persuaderli, perchè sicuramente dubiteranno di lui, ma sono fiducioso di poterli dissuadere. Non ho alcun dubbio sulle capacità di Jonas, ha un talento incredibile ed è ancora molto giovane, abbiamo bisogno di piloti come lui».

Il pilota bavarese, nel suo percorso, non è riuscito ad ottenere un piazzamento tra i primi 4 in nessuna delle due categorie inferiori. Noto questo fatto, sembrò azzardata la scelta del team Tech3 di firmarlo l’anno scorso, ma Poncharal ha dichiarato che è stata una sua decisione quella di portarlo in MotoGP: «Voglio confermare che firmare Jonas è stata una mia decisione, sono lieto di mostrare alle persone, che non erano convinte, che lui è un pilota di primissimo livello. La gara del Sachsenring ha mostrato il suo valore, e non è stato un caso, sono sicuro che avrebbe potuto disputare altre gare dello stesso tipo».