MotoGP, Valentino Rossi: «Servono regole più chiare»

valentino rossi
@imagephotoagency

Resta molto caldo il tema sicurezza in caso di Flag To Flag e Valentino Rossi in conferenza stampa dice la sua, ammettendo che serve un cambiamento

I problemi ai box durante il Gran Premio di Brno in Repubblica Ceca, sembrano non essere stati affatto tralasciati dai piloti, che sono pronti a discutere di importanti cambiamenti alle regole per evitare rischi inutili in futuro. Durante la Conferenza Stampa del Gran Premio d’Austria al Red Bull Ring, Valentino Rossi ha preso parola al riguardo: «Gestire il cambio moto non è facile perché ci sono molti meccanici e molte moto in poco spazio, forse servirebbero regole più chiare su chi ha la precedenza al momento del rientro in pista. Andare più piano non è per forza la soluzione migliore senza contare che le gomme non riuscirebbero ad entrare in temperatura»

Anche Dani Pedrosa si è dimostrato perfettamente d’accordo con la visione di Valentino, aggiungendo che è molto vicino il momento in cui si affronterà questo argomento molto delicato in Safety Commission: «Sono d’accordo con Valentino, sono momenti difficili da gestire è un pilota deve cercare di mantenere la concentrazione nonostante le molte persone intorno. Domani ne parleremo tutti insieme per cercare una soluzione».

Anche Davide Tardozzi aveva espresso perplessità sia sulla gestione del cambio moto, che sul sistema di comunicazione box-pilota non ancora perfettamente a punto. Insomma, c’è tanto lavoro da fare per tutti in Safety Commission, c’è voglia di migliorare la sicurezza dei piloti attraverso una serie di cambiamenti che forse potranno in qualche modo compromettere lo spettacolo e l’ansia dovute al pathos del momento, ma che sono molto più importanti sotto tutti gli altri punti di vista. La ricerca della sicurezza deve restare un must della MotoGP, anche a discapito di una certa componente di spettacolo in pista. Non si può rischiare con la vita dei piloti per avere qualche spettatore in più davanti alla TV.