MXGP, Cairoli senza freni: vittoria anche in Repubblica Ceca

@KTM

Cairoli vince il terzo GP consecutivo e prende ulteriore terreno di vantaggio verso il nono titolo Mondiale. Desalle due volte secondo, Herlings fa rimonte pazzesche ma non bastano

Gli basterebbe amministrare il largo vantaggio accumulato con gli ultimi successi a Ottobiano e Agueda, ma Tony Cairoli non conosce freno: sul non particolarmente amato tracciato duro della Repubblica Ceca, il pluri-campione siciliano è riuscito ad aggiudicarsi il terzo successo consecutivo di questa stagione, con un 3° posto in Gara 1 e una vittoria in Gara 2, e raggiunge così quota 83 successi in carriera al termine di un week end pressoché perfetto. Nella prima manche il numero 222, che scattava dalla pole dopo essere stato protagonista anche nella giornata di qualifica, aveva perso due punticini in classifica finendo dietro al Campione del Mondo in carica Tim Gajser e al diretto inseguitore nel Mondiale Clement Desalle. 

Nella seconda manche poi Cairoli si è preso la sua rivincita con tanto di interessi, rimettendo in riga sia Desalle (sempre 2°) che Gajser (precipitato alla 4° piazza), ma anche Herlings (, dopo due strepitose rimonte che ora lo rendono 3° anche nella graduatoria iridata). Il pilota KTM continua così la sua fuga in solitaria verso il nono titolo, e vede aumentare il terreno di vantaggio da +91 a +92 sul rivale belga della Kawasaki. Quella di oggi non era una delle piste favorite di Tony, eppure essa riporta alla mente il ricordo di altri due bei momenti vissuti dall’italiano: ovvero la prima delle sue tante vittorie di manche, messa a segno nel 2004, e inoltre il 50° trionfo di carriera raggiunto proprio in terra ceca nel 2012. Adesso, un’altra gioia conquistata a Loket si va ad aggiungere allo straordinario palmarès di questo fuoriclasse.