Pagelle Di Pillo: questa volta sono tre gli italiani a prendere 10

Pagelle Le Mans

La pagella di un weekend di gare ricco di emozioni, dalla MotoGP a Le Mans alla MXGP in Germania, passando per l’Endurance ad Oschersleben

Il fine settimana ha regalato badilate di emozioni, dalla vittoria di Canepa nell’Endurance alla grande doppietta italiana in Moto2, passando per la scivolata di Rossi a Le Mans nell’ultimo giro di una gara grandiosa. Diamo un pò di voti a questi ragazzacci che ci hanno fatto divertire, emozionare e sognare in ogni categoria.

Tony Cairoli, Niccolò Canepa, Franco Morbidelli 10 – Tre Campioni capaci di conquistare tre vittorie impressionanti che li lanciano verso la conquista dei rispettivi titoli mondiali di Cross, Endurance e Moto2. Tony in Germania compie un capolavoro sulla pista di Teutschenthal vincendo e staccando di 44 punti gli avversari. Niccolò Canepa vince la seconda gara consecutiva e punta con determinazione al titolo WEC dopo la prestigiosa vittoria a Le Mans. Franco Morbidelli dopo lo stop in Spagna ritorna lucido e perfetto vincendo con autorità e grinta.

Johann Zarco 9 – Il Francese dopo l’esordio garibaldino con i sei giri in testa in Quatar si conferma veloce  e costante tanto che in classifica è 5° a soli tre punti da Marquez. Il secondo posto a Le Mans è un vero capolavoro meritatissimo.

Francesco Bagnaia 9 – Pecco è al debutto nella difficile Moto2 e due secondi posti consecutivi sono davvero da Nove!

Mattia Pasini 8 –  Mattia a oltre trenta anni sta vivendo una seconda giovinezza con gare sempre velocissime e spettacolari, anche se spesso finite nelle vie di fuga. Ma dalla Spagna colleziona un quarto e un quinto posto a ridosso dei primi. Senza dimenticare che lui la moto la guida praticamente con un braccio solo.

Dovizioso e Pedrosa 7 – Dovi ottimo quarto dopo un duello regolare con il coriaceo Cal Crutchlow e ancora davanti a Lorenzo. DaniPedrosa meriterebbe nove ma ha sporcato la gara con una sportellata inutile e pericolosa a Crutchlow non sanzionata dalla Race Direction.

Fabio Di Giannantonio 6 – nel caos della Moto3 fa un altro podio prezioso e si mette in caccia del veloce compagno Martin che invece è scivolato.

Marquez, Lorenzo e Iannone 5 – Brutta seconda scivolata stagionale per il campione del mondo in carica della MotoGP. E non può essere colpa della moto perché il compagno Pedrosa nelle ultime due gare è sempre stato più veloce del fenomeno spagnolo. Ora la stagione diventa complicata e in salita. Jorge Lorenzo dopo Jerez ritorna opaco e sempre dietro a Dovi. Se rimaneva in Yamaha oggi era lui il leader del Mondiale. Iannone non riesce a trovare il bandolo della matassa dei problemi della sua moto e inizia ad accusare di incapacità i tecnici della Suzuki.

Valentino Rossi e Romano Fenati 10 – Voto valido per entrambi fino alla caduta, ma poi…

Valentino Rossi e Romani Fenati 4 –  La gara di Valentino ha il vero sapore di un coito interrotto! Perfetto e implacabile fino a pochi secondi dalla fine quando invece dell’orgasmo arriva una inattesa scivolata che ci lascia di stucco. Peccato, sarebbe stato un altro capolavoro del Dottore alla vigilia del Mugello. Uguale Fenati che sciupa tutto con una caduta che gli nega l’arrivo al Mugello da trionfatore.