Squalifica Iannone, si protrae la risposta del CDI

Andrea Iannone già ad inizio febbraio attendeva una risposta della Corte Disciplinare Internazionale, ma la sentenza è stata rinviata a tempo indeterminato.

Se è in bilico il futuro del motomondiale, sicuramente lo è anche quello di Andrea Iannone. Il pilota abruzzese è ancora in attesa della sentenza della Corte Disciplinare Internazionale riguardo alla sospensione dopo il ritrovamento di Drostanolone nelle urine. La decisione era arrivata a dicembre ed entro febbraio il CDI avrebbe dovuto dare una risposta.

La pandemia Coronavirus però ha bloccato tutto. La sentenza è rinviata a data da destinarsi.