La SBK torna a Donington Park, dove tutto ebbe inizio

donington park

La SBK si prepara al round britannico che si disputa dove tutto ebbe inizio nel lontano 1988: Donington Park. Gara di casa per i piloti inglesi nel mondiale da Sykes a Lowes passando per Rea, Camier e Davies

Da quella prima gara del 1988, per 24 volte, il tracciato di Donington Park ha ospitato il round inglese del campionato WSBK ed è sempre stato un nodo fondamentale per la consegna del titolo mondiale. Che sia ad inizio stagione, a metà o verso la fine, il tracciato di Donington attira sempre un grande numero di spettatori provenienti sia dall’Inghilterra stessa che da altre nazioni per un evento che inizia addirittura già dal lunedì con il meet & greet dei piloti britannici.

L’Inghilterra però può vantare altri due tracciati che sono entrati nel calendario del Mondiale Superbike spesso alternandosi con la pista di Donington Park: Brands Hatch e Silverstone. Donington ospita la Superbike ininterrottamente dal 1988 al 2001, poi dal 2007 al 2009 e infine ritorna in pianta stabile dal 2011 in coppia con il tracciato di Silverstone.

Dicevamo di quel primo round del Mondiale 1988. Anche l’anno seguente Donington è il primo di 11 round previsti in calendario con questi risultati: pole di Roche e vittorie di Pirovano e Falappa, nel 1990 invece è il secondo round della stagione, nel 1991 ritorna ad aprire il Mondiale, nel 1992 ancora secondo, nel 1993 invece scivola al terzultimo round per il debutto della pista di Brands Hatch mentre è curioso il caso del 1994: 1° e 10° round della stagione. In apertura di stagione pole e gara 2 a Russell, gara 1 a Fogarty, il 10° round invece ha questi risultati: pole e gara 1 a Fogarty, gara 2 a Russell. Nel 1995 Donington scivola al 3° round della stagione, nel 1996 ritorna al secondo round, nel 1997 ritorna al terzo round, nel 1998 ritorna di nuovo al secondo round della stagione. Nel 1999 Donington è nuovamente il terzo round, nel 2000 scivola al quarto round mentre nel 2001 Donington scivola al sesto round della stagione. In definitiva, tranne le stagioni 2000 e 2001, Donington è sempre stata tappa di apertura o secondo round della stagione, emblematico il caso del 1994 con due round disputati sul tracciato di Donington Park.

Per quanto riguarda Brands Hatch, sono 15 le edizioni del Gran Premio d’Inghilterra disputate su questo mitico tracciato. La prima edizione risale al 1993 ed in quell’anno Brands Hatch era gara di apertura della stagione poi chiusa con la vittoria del campionato di Russell. La pole del sabato va proprio a Russell mentre le due gare vanno al Leone di Jesi, Giancarlo Falappa. Dopo un anno di stop, Brands Hatch lo ritroviamo nella stagione 1995 come 8° di 12 round previsti per quell’anno e come Gran Premio d’Europa. Il risultato del weekend è un dominio di Carl Fogarty con pole e due vittorie. Brands Hatch rimane poi in calendario fino al 2008, anno del breve rientro di Donington Park in coppia proprio con Brands Hatch. E questa ultima edizione ha visto i seguenti risultati: pole di Troy Bayliss e doppietta del giapponese Kiyonari con la Honda.

Last but not least Silverstone. Il tracciato ricavato dalla pista di un vecchio aeroporto militare, entra in calendario per la prima volta nel 2002. Siamo al 6° di 13 round previsti per quella stagione ed in piena lotta per il titolo mondiale tra Bayliss ed Edwards. Debutto bagnato per Silverstone, due manche bagnate: la prima va ad Edwards con Bayliss che cade 2 volte e riesce a chiudere la gara al 5° posto, gara 2 invece va allo stesso Bayliss davanti ad Edwards. Il 2007 rappresenta l’ultima edizione prima di una breve pausa per poi rientrare in calendario nel 2010 e dal 2011 fa coppia con il rientrante Donington Park.

A livello di piloti, la scuola britannica ne ha sfornati veramente tanti e i nomi sono impressionanti: Carl Fogarty, Neil Hodgson, James Toseland, Jonathan Rea, Tom Sykes, Leon Camier, Leon Haslam, Terry Rymer, Steve Hislop, Shane Byrne, James Whitham e compagnia. Come per tutti i paesi, non tutte le ciambelle escono col buco. Tanti campioni ma anche tante meteore e wild card del Mondiale Superbike come ad esempio Niall Mackenzie, ex pilota del motomondiale e autore di wild card nel mondiale Superbike.

Nella storia del Mondiale, sono 5 i rider britannici ad essersi aggiudicati il campionato: Fogarty (4), Toseland (2), Hodgson, Sykes, Rea mentre 7 sono quelli inseriti nella classifica all time dei piloti pluri vittoriosi: Fogarty (59), Rea (34), Sykes (26, di cui 6 a Donington), Hodgson (16, 2 a Donington e Silverstone), Toseland (16, 2 a Brands Hatch), Laverty (13), Davies (13). La scuola inglese del motociclismo ha regalato grandi piloti ma solo pochi si sono potuti fregiare del titolo di campione del mondo in confronto ad americani ed australiani.