MotoGP Sachsenring: il commento dei piloti dopo le qualifiche

DICHIARAZIONI MARQUEZ
@HONDA

Nel parco chiuso delle qualifiche del Sachsenring entrano Marquez, Petrucci e Pedrosa. Le Honda sembrano inattaccabili nel toboga tedesco

Le qualifiche del Sachsenring non sono di certo state noiose, con il meteo è riuscito a mescolare le carte in tavola, dando ad alcuni outsider la possibilità di confermare il loro valore, ma dando anche la possibilità ai concorrenti per il titolo iridato di giocare tutte le proprie carte per riuscire a partire il più avanti possibile in un circuito dove i sorpassi sono molto difficili. Marquez, Petrucci e Pedrosa conquistano il podio del sabato pomeriggio spuntandola sul resto del plotone

Danilo Petrucci è inarrestabile e continua a conquistare risultati importanti per se e per il Team Pramac, nonchè per la Ducati che gli ha affidato una belva sulla quale il ternano si trova indubbiamente a suo agio. Grazie al suo valore Petrucci ha rinnovato in queste ultime ore il contratto con Ducati Pramac per altri due anni e non ha di certo voluto deludere le aspettative quest’oggi, anche se la pole position come dice lui, sarebbe stata la ciliegina sulla torta. Le sue parole: «La torta oggi è stata bella grossa, è mancata solo la ciliegina della mia prima pole position però alla fine sono in prima fila al Sachsenring. E’ stata una bella battaglia con Marquez che e anche se io partivo avvantaggiato perchè avevo appena concluso la Q1  bagnata  è riuscito comunque  a fregarmi. In un giro l’ho addirittura tirato dietro di me senza accorgermene facendogli fare un bel tempo ma poi è riuscito a migliorarsi ulteriormente da solo. Comunque sono felice lo stesso di partire in seconda posizione e credo che domani sarà una bella battaglia se la gara sarà bagnata». Danilo continua a spiegare poi le ragioni che l’hanno portato a non rientrare ai box per mettere una gomma nuova: «Non sono rientrato ai box perchè sul bagnato le cose sono un po’ diverse e bisogna cercare il feeling migliore stando in pista, comunque non sono stato il solo, come altri ho fatto tutto il turno fuori  ma alla fine mi è mancato qualcosa per tentare l’attacco finale, non avevo più tanta gomma al posteriore per migliorare e inoltre la pista stava iniziando ad asciugarsi, portando la parte sinistra della gomma a scaldarsi troppo, ma ripeto, sono contento lo stesso e va bene così» 

Petrux continua sulle sue sensazioni per la gara, perchè tutti si aspettano un altro grande risultato da lui: «Non sto pensando particolarmente alla vittoria per domani perchè comunque Marquez e Pedrosa vincono da millenni qua in Germania, è il loro giardino di casa. Certo con loro la battaglia sarà dura ma sul bagnato io vado forte, a differenza dell’asciutto dove  non penso che  sarei stato così competitivo, quindi per domani qualsiasi siano le condizioni sono contento perchè penso di poter stare dentro la top 5 a prescindere dal meteo»

Daniel Pedrosa ha conquistato la seconda piazza nelle Q2, una posizione che gli si addice considerando il fatto che qua in Germania si è sempre trovato a suo agio conquistando grandi risultati in sella alla Honda che ben si adatta a questo tipo di layout. Pedrosa commenta così le sue qualifiche: «Sono contento della mia qualifica perchè in questa pista è molto importante partire davanti e bene in quanto le prime curve sono strette e bisogna essere davanti per non perdere terreno e per evitare di rimanere imbottigliati nel traffico, ma sono contento anche perchè ho ritrovato il feeling sul bagnato che avevo perso ad Assen. All’inizio della qualifica eravamo tutti molto vicini con i tempi, poi invece quando la pista ha iniziato ad asciugarsi era difficile riuscire a trovare per bene il grip, però sono riuscito comunque a guidare bene e a far un buon risultato».

Pedrosa continua sulle sue sensazioni sulla gara che con questo meteo ballerino può essere anche una gara flag to flag o comunque una gara che vedrà un mutamento delle condizioni dell’asfalto: «Se la partenza sarà bagnata e poi la pista andrà via via ad asciugarsi dovremo solo aspettare il momento migliore per cambiare la moto, ma questo dipenderà anche dalle temperature dell’asfalto. Durante il weekend abbiamo visto che le gomme sono difficilmente gestibili sulla parte sinistra appena si alzano le temperature, quindi devo cercare di guidare al meglio e di fare la scelta giusta domani perchè è importante fare un buon risultato»

Marc Marquez ha conquistato la sua quinta pole position consecutiva in Germania da quando corre in MotoGP, e qui al Sachsenring non può che essere definito il padrone di casa. Le qualifiche di Marquez non sono di certo state noiose, il campione del mondo ha cercato di capire quali fossero le condizioni della pista per poter spingere sempre di più con il passare del tempo visto che la pista stava andando ad asciugarsi e proprio nel finale è riuscito a sferrare una zampata che lo ha relegato alla prima casella, ma durante il turno è stato che protagonista di una piccola incomprensione (guarda qui il video: Scontro Marquez Vinales – VIDEO) con il connazionale Vinales. Le parole di Marquez: «Sono state delle qualifiche abbastanza difficili, ma onestamente quando ho visto che pioveva mi sono detto che dovevo provare a stare nelle prime posizioni, quindi ci dovevo provare perchè il target era quello, come in Olanda. In sella mi sentivo bene e come il tempo passava ho visto che il circuito iniziava ad asciugarsi, quindi ho aspettato la fine per attaccare. Sono molto contento per questa pole perchè è importante partire davanti a tutti su questo circuito. Sorpassare è molto difficile».

Anche il Cabroncito esprime le sue considerazioni sulla giornata di domani in vista di una gara che di certo ha solo l’orario di partenza: «Le idee sono chiare su quali gomme montare e credo che più o meno tutti i piloti sceglieranno la stessa gomma, ma dobbiamo aspettare domani per avere certezze sulle condizioni metereologiche e sulle temperature. Diciamo che se la gara sarà bagnata sarà più difficile capire a quale risultato possiamo ambire, ma aspettiamo domani sperando che sia una domenica asciutta». 

Marquez poi spiega anche l’incomprensione che c’è stata con Vinales durante le qualifiche: «Credo che ci sia stata un po’ di confusione in quel momento perchè io stavo girando forte e mi sono trovato Vinales in mezzo, l’ho sorpassato perchè volevo fare un altro giro lanciato ma poi alla curva due lui mi ha sorpassato all’interno andando un po’ lungo, io credevo che avrebbe allargato di più la traiettoria e per questo mi sono infilato dentro, ma invece è riuscito a chiudere bene la curva e ci siamo toccati, in ogni caso l’importante è che non sia successo nulla e che tutti e due domani saremo presenti in griglia per la gara»