Diretta MotoGP Austria, live dal circuito la cronaca della gara sul Red Bull Ring

motogp
Il Red Bull Ring sede del Gp Austria

Segui la diretta delle gara di MotoGP in Austria, 11° round del Mondiale MotoGP 2017 sul rinnovato e velocissimo Red Bull Ring

Il tracciato del Red Bull Ring sembrava destinato ad ospitare un hat-trick delle Ducati, ma il Marc Marquez in forma strepitosa che ha vinto al Sachsenring e Brno non era d’accordo con questa affermazione. Il campione del mondo si è assicurato una pole position strepitosa, dimostrando che Andrea Dovizioso e Jorge Lorenzo dovranno sudare tantissimo per ripetere il successo del 2016 firmato Andrea Iannone in sella alla Ducati GP16. La “castrazione” aerodinamica operata dal regolamento 2017 sembra aver penalizzato le Rosse di Borgo Panigale in modo particolare sulla pista dello Spielberg, e solo la soluzione che ha debuttato in pista a Brno, ovvero l’innovativa carena dotata di nuove appendici aerodinamiche, ha restituito parte del vantaggio che nel 2016 faceva letteralmente volare Dovizioso e Iannone in Austria. Maverick Vinales non è riuscito nell’impresa di Marquez ed in qualifica è riuscito a piazzarsi “solo” in quarta posizione, alle spalle di Lorenzo e davanti a Danilo Petrucci. Lo spagnolo della Yamaha giocherà la propria strategia di gara interamente su Marc Marquez, nel tentativo di non farlo scappare in classifica generale. Leggermente più attardato Valentino Rossi, settimo in qualifica dopo aver sofferto moltissimo durante il venerdì anche a casua di un malessere fisico. Il pilota di Tavullia ha affermato che la gomma morbida utilizzata in Q2 non gli ha permesso di replicare i tempi che aveva fatto in mattinata e che l’avrebbero proiettato a ridosso della prima fila. Per lui una partenza dalla terza fila e la necessità di non far scappare i rivali nel mondiale. L’obiettivo minimo è il podio, per evitare che gli attuali 22 punti di distacco dal leader di classifica Marquez aumentino e diventino troppi. Andrea Iannone può sentirsi soddisfatto dopo aver conquistato la decima casella in griglia di partenza. L’italiano deve assolutamente trovare un buon risultato sulla pista che nel 2016 gli ha regalato il successo in sella alla Ducati, primo pilota a vincere con una Rossa dai tempi di Casey Stoner.

Diretta MotoGP Austria 2017 – Cronaca diretta

Grazie per aver seguito la diretta con noi di questa gara bellissima in Austria. Un duello tra Marquez e Dovizioso incredibile, vinto dall’italiano con grandissimo talento e tanta determinazione. Il mondiale è ancora apertissimo grazie a questa affermazione del pilota Ducati. Appuntamento al Gran Premio di Silverstone per la tappa n°12 di una stagione MotoGP bellissima

La top ten della gara è questa:

  1. Andrea Dovizioso
  2. Marc Marquez
  3. Dani Pedrosa
  4. Jorge Lorenzo
  5. Joahnn Zarco
  6. Maverick Vinales
  7. Valentino Rossi
  8. Alvaro Bautista
  9. Loris Baz
  10. Mika Kallio

Andrea Dovizioso vince il Gran Premio d’Austria davanti a Marc Marquez, che ha fatto un attacco incredibile all’ultima curva. Bellissima riposta di Dovizioso, che ha incrociato la traiettoria di pochissimi millimetri e si è ripreso la leadership. Terza vittoria di stagione per la Ducati! Gara grandiosa dei due piloti che si stanno giocando un mondiale bellissimo

Ultimo giro – Dovizioso resiste, ma MArquez è molto vicino. Desmodovi è perfetto! Ha un piccolo vantaggio e lo tiene alle sue spalle!Vince Andrea Dovizioso!!!!!!!!

Giro n.27 – Dovizioso resiste, Marquez tenterà il passaggio nell’utlimo giro. Tensione altissima!!!

Giro n.26 – Dovizioso passa leader quando mancano solo due giri, ma lo spagnolo Marquez è vicinissimo. Ci prepariamo ad un bellissimo duello nelle fasi finali di gara. Pedrosa ormai è lontano

Giro n.25 – Marquez attacca di nuovo e va leggermente largo! Adesso Dovizioso ha un piccolo gap su Marquez. Lo spagnolo deve recuperare poco meno di un secondo, ma Dovizioso è determinato a spingere fino alla fine

Giro n.24 – Andrea Dovizioso è leader, mentre Rossi è settimo ad un secondo da Vinales, che a sua volta è a circa un secondo da Zarco. In testa Dovozioso sta cercando di reggere il ritorno di Marquez, sempre aggressivo e velocissimo in ingresso curva

Giro n.23 – Dovizioso leader su Marquez, con Pedrosa che adesso si tiene ad una certa distanza, quasi ad osservare lo spettacolo da spettatore privilegiato. Dovizioso sta cercando di creare un piccolo gap, ma Marquez sembra determinato a vincere ancora

Giro n.23 – Gara bellissima! Dovizioso tiene testa al talento di Marquez, mentre Pedrosa è vicinissimo. Spettacolo autentico in pista. Rossi nel frattempo è vicinissimo a Vinales nella caccia a Zarco

Giro n.22 – Dovizioso e Marquez stanno facendo un duello bellissimo!!! Si sono passato 3 volte in un giro, mentre Pedrosa è vicinissimo. Gara emozionante.

Giro n.22 – Dovizioso ha subito il passaggio, ma resta in scia a Marquez, che fa anche un piccolo largo ma resiste. Pedrosa è a meno di 6 decimi, ormai in testa c’è un gruppetto formato da 3 piloti. Lorenzo ha perso terreno e non riesce a rientrare nella lotta per il podio. Dovizioso passa Marquez ed è di nuovo primo!!!

Giro n.21 – Duello pieno di tensione tra Marquez e Dovizioso, con lo spagnolo che passa l’italiano e si prende la prima posizione con un passaggio bellissimo. Pedrosa sta recuperando approfittando del duello tra i leader della gara

Giro n.20 – Marquez è attaccato a Dovizioso che regge agli attacchi grazie al grande motore della sua Ducati. I due stanno girando su tempi in fotocopia. Rossi gira un pò più forte di Vinales e Zarco

Giro n.19 – Dovizioso adesso è leader su Marquez, mentre Pedrosa che gira da solo sta ricucendo il gap sui primi due e potrebbe rientrare nel finale di gara. Rossi ancora settimo alle spalle di Vinales, che nel frattempo ha ripreso Zarco

Giro n.18 – Marquez e Dovizioso leader, mentre il ritmo delle Yamaha ufficiali di Vinales e Rossi sembra lento. Pedrosa nel frattempo attacca e passa Lorenzo ed è terzo. Dovizioso passa Marquez ed è primo! Piccolo errore di Marquez e Desmodovi ne approfitta

Giro n.17 – La classifica in questo momento vede Marquez condurre su Dovizioso, Lorenzo, Pedrosa, Zarco, Vinales, Rossi, Baz, Bautista e Kallio, protagonista di una bellissima gara con la KTM wild card. Lorenzo continua a commettere alcuni errori in staccata e Pedrosa è pronto a passarlo

Giro n.16 – Marquez e Dovizioso stanno scavando un solco con i rivali, rendendo la vittoria un affare privato tra Honda e Ducati. Vinales e Rossi girano un secondo più piano, forse è arrivata una piccola crisi di gomma

Giro n.15 – Marc Marquez tenta una fuga su Dovizioso che non gli concede un centimetro, restando attaccato alla coda dello spagnolo. Rossi riaggancia Vinales, ma dalla settima piazza la gara sembra compromessa. Lorenzo sta facendo diversi larghi e Pedrosa potrebbe approfittarne per prendersi il terzo posto

Giro n.14 – Dovizioso sta tenendo la scia di Marquez, mentre Rossi è ora sesto davanti al compagno Vinales. Pedrosa quarto. Errore di Valentino, che rientra alle spalle di Vinales, settimo

Giro n.13 – Marquez è primo e cerca di staccare Dovizioso, tentando di non offrire la scia alla Ducati del pilota di Forlì. Lorenzo è terzo e braccato da Rossi e Zarco. Il Francese passa l’italiano, ma lo fa andare largo. Ne approfitta Pedrosa e passa entrambi.

Giro n.12 – Lorenzo resiste agli attacchi di Marquez, mentre sembrano soffrire moltissimo Dovizioso e Rossi. Errore di Jorge, ma è Dovizioso ad approfittarne e si porta in prima posizione. Marquez però risponde ed è in testa. Momento spettacolare

Giro n.11 – Marquez è secondo e si lancia all’inseguimento di Lorenzo, ancora in fuga dopo undici giri. Rossi è vicinissimo a Dovizioso, ma non trova lo spiraglio per attaccarlo. Marc Marquez è vicinissimo a Lorenzo e lo attacca per prendersi la leadership

Giro n.10 – Lorenzo ha ricostruito un piccolo gap, mentre Zarco attacca Valentino Rossi e si prende la quarta piazza ma va largo. Dovizioso non riesce ancora a ricucire il gap su Lorenzo e sta anche subendo il pressing di Marquez, che lo passa con un sorpasso bellissimo!

Giro n.9 – Marquez non molla il colpo ed è incollato a Dovizioso. Anche Rossi è molto vicino, ma a sua volta sta subendo il ritorno di Zarco. Vinales ancora settimo

Giro n.8 – Andrea Dovizioso passa Marc Marquez e si prende la seconda piazza. Anche Valentino è molto vicino allo spagnolo. Le Ducati guidano il Gran Premio d’Austria.

Giro n.7 – Ritiro per Danilo Petrucci, che rientra ai box e chiude così la sua gara in Austria. Il pilota più veloce in pista è Zarco, quinto alle spalle di Rossi. Dovizioso resta sornione alle spalle di Marquez, sembra non esprimere realmente tutto il suo potenziale.

Giro n.6 – Marc Marquez diventa molto aggressivo verso Jorge Lorenzo, lo sta praticamente braccando e solo il motore Ducati gli consente di restare leader

Giro n.5 – Lorenzo è stato ripreso da Marquez, con un gap di meno di mezzo secondo. Il campione del mondo attacca per prendersi la prima posizione

Giro n.5 – Valentino Rossi ha chiuso il gap su Dovizioso ed ha segnato un giro più veloce del pilota Ducati. Si sta formando un gruppo di quattro piloti in vetta alla gara!

Giro n.4 – Lorenzo accenna un tentativo di fuga e sembra in grado di tenere il passo per restare leader, mentre Vinales fa un grosso errore alla prima staccata e dopo un lungo rientra in settima piazza. Jorge Lorenzo segna il giro più veloce per il terzo passaggio consecutivo, mentre Folger rientra ai box

Giro n.3 – Jorge Lorenzo ha circa un secondo di vantaggio su Marquez, che resiste all’attacco di Dovizioso e resta secondo. Vinales è aggressivo alle spalle di Rossi. Vinales attacca Valentino, ma va largo e viene ripassato per il quarto posto

Giro n.2 – Rossi viene ripassato da Dovizioso! Lorenzo guida la gara davanti a MArquez, Dovizioso, Rossi, Vinales, Pedrosa, Zarco, Iannone, Baz e Folger

Giro n.1 – Valentino Rossi è quarto, mentre Lorenzo guida la gara. Dovizioso sta attaccando Marc Marquez, ma subisce il passaggio di Rossi, che sale in terza posizione

Giro n.1 – Scatta benissimo Marc Marquez che si prende la prima posizione, ma Lorenzo lo passa alla seconda staccata ed è in testa. Rossi è quinto

Giro n.1 – Piloti allineati, tensione altissima! Sta iniziando il Gran Premio!

Ore 14.00 – I piloti affrontano il giro di formazione. Marquez tenterà di calare il tris e tenterà lo strappo nel mondiale. Da Dovizioso a Rossi e Vinales, tutti gli avversari per la lotta al titolo dovranno contenere il Carboncito se vogliono mantenere apertissimo questo mondiale

Ore 13.58 – La griglia si svuota, tutti i tecnici stanno lasciando i piloti da soli. L’adrenalina è a mille! Sta iniziando il giro di formazione del Gran Premio d’Austria

Ore 13.56 – Mancano quattro minuti e la safety car si avvia per completare il giro e successivamente allinearsi alle spalle del gruppo selvaggio dei piloti. La griglia inizia a svuotarsi, siamo agli sgoccioli della preparazione

Ore 13.54 – La pioggia ha per fortuna risparmiato la domenica di gare, scongiurando il rischio di cancellazione del Gran Premio. I piloti avevano infatti minacciato di non correre in caso di pioggia per lo scarso grip offerto dall’asfalto bagnato, causato dalla presenza in pista di tanti residui di gomma delle tante gare di auto che si corrono sul tracciato di Spielberg

Ore 13.52 – Gli occhi dei tifosi italiani sono puntati su Andrea Dovizioso, che potrebbe conquistare la terza vittoria di stagione su una pista favorevole alla Ducati Desmosedici. Una moto che ha conquistato la prima fila anche con Jorge Lorenzo, finalmente a suo agio sulla Rossa grazie soprattutto alla nuova aerodinamica portata in pista a Brno

Ore 13.50 – Buongiorno a tutti! Inizia la nostra cronaca live del Gran Premio d’Austria 2017! I piloti sono in griglia ed iniziano le speculazioni sulla scelta delle gomme, come al solito vero punto focale della gara.

Inizio ore 14.00 – La cronaca live del Gran Premio inizierà pochi minuti prima del semaforo verde.

Diretta MotoGP Austria 2017 – Previsioni Meteo

Le previsioni meteo avevano paventato forti possibilità di pioggia, obbligando i piloti a spingere forte da subito in venerdì per assicurarsi un posto in Q2 in caso di altre sessioni funestate dalla pioggia. In realtà le sessioni si sono svolte tutte su asciutto, almeno quelle della MotoGP, ma un dato preoccupante è emerso durante la sessione Moto2 disputata su asfalto bagnato a causa di uno scroscio improvviso. La pista del Red Bull Ring è molto utilizzata per le gare automobilistiche e sembra che i residui delle gomme utilizzate dalle auto, miste a pioggia, crei una sottile e scivolosa patina sull’asfalto, rendendo pericolosa soprattutto la prima staccata. Dopo una serie di cadute quasi inspiegabili in Moto2, la Safety Commission si è riunita, minacciando addirittura di non disputare la gara in caso di pioggia, per motivi di sicurezza. La pioggia non dovrebbe arrivare durante la domenica di gara, ma il dubbio resta forte e la possibilità che una gara bagnata non sia corsa dai piloti per questioni di sicurezza è più che realistica.

Diretta MotoGP Austria 2017 – Prove libere, qualifiche e warm up

Nelle sessioni di libere sembrava che Ducati potesse replicare il dominio del 2016, ma la zampata di Marquez in qualifica ha rimescolate le carte, dimostrando che nell’edizione 2017 non ci sarà nulla di scontato. Jorge Lorenzo ha confermato che la nuova carena Ducati gli ha restituito una grandissima fiducia ed un grande feeling con la Desmosedici GP17, permettendogli di arpionare una prima fila molto importante. Il warm up ha visto come protagonista Andrea Dovizioso, che nelle dichiarazioni conferma che la scelta della gomma non è affatto scontata. Nella classifica dei tempi della sessione pre gara, appare palese che la lotta per la vittoria potrebbe diventare un affare privato tra Marquez e Dovizioso, sperando che anche Jorge Lorenzo possa essere della partita. Lo spagnolo è spesso stato protagonista in avvio di gara, come a Brno, dove aveva preso di forza il comando della gara. Potrebbe fare altrettanto al Red Bull Ring, avvantaggiato dalla partenza in prima fila. Una probabile lotta a tre dunque, con le Yamaha di Vinales e Rossi costrette a correre in difesa e un Pedrosa che non sembra all’altezza delle prestazioni del compagno Marquez sul tracciato dello Spielberg.

Diretta MotoGP Austria 2017 – Il Red Bull Ring, la pista con una delle medie più elevate del campionato che sembra disegnata per la Ducati

Il tracciato del Red Bull Ring era noto in precedenza con il nome Österreichring, ovvero uno dei tracciati più affascinanti del panorama europeo, situato in Austria nelle regione Stiria a Spielberg. La costruzione dell’impianto è datata 1969, e solo dopo essere stato rinnovato profondamente negli anni novanta è tornato ad ospitare competizioni di alto livello, tra cui gare di F1 e 500 GP. L’attuale Layout risale al 2011 e prevede uno sviluppo di 4.318 metri. Pur non avendo un rettilineo particolarmente lungo, la caratteristica davvero speciale di questa pista è la media elevatissima, una delle più alte del campionato. Una conformazione perfetta per le caratteristiche della Ducati, che nel 2016 ha dominato la gara con il trionfo di Andrea Iannone.

SCHEDA CIRCUITO
Nome: Red Bull Ring
Anno di costruzione: 1969
Lunghezza della pista: 5.403 m
Curve: 10
Distanza da percorrere: 120.9 km
Giri da percorrere (MotoGP): 28

Diretta MotoGP Austria 2017 – Dove vederla in tv e in streaming

CLICCA QUI PER MAGGIORI INFO SU COME VEDERE LA MOTOGP IN STREAMING

La diretta streaming del Gran Premio di Austria al Red Bull Ring sarà trasmessa in diretta tv sul satellite tramite Sky (canale Sky Sport MotoGP) e in differita su TV8 (canale 8 del digitale terrestre). Per gli abbonati a Sky è possibile vedere tutto il weekend della MotoGP anche in streaming tramite l’applicazione SkyGo. Il riferimento per lo streaming, in chiaro e gratuito è la piattaforma web ufficiale del canale TV8. Segnaliamo inoltre che la tv svizzera RSI ha prolungato il contratto per la trasmissione del Motomondiale. Per vedere dunque la MotoGP in Streaming sulla TV Svizzera è possibile collegarsi gratuitamente sul sito Sport Live Streaming di RSI LA2. La diretta streaming è riservata ai residenti nel territorio svizzero e a tutti gli utenti che dispongono di un indirizzo IP proveniente dalla confederazione.