Connettiti con noi

Formula 1

F1, Ecclestone controcorrente: «Arabia? Verstappen non andava penalizzato»

Pubblicato

su

L’ex numero 1 della F1, Bernie Ecclestone, ha parlato della penalità inflitta a Verstappen durante l’ultimo Gran Premio a Jeddah

Il duello sulla pista di Jeddah di domenica scorsa tra Verstappen e Hamilton ha aperto numerose polemiche sulla condotta dei due piloti e, in particolare, dell’olandese.

Il pilota della Red Bull è stato penalizzato in gara di 5” e, al termine della stessa, ha ricevuto altri 10”. Chi non è d’accordo con la penalità è Bernie Ecclestone: «Il problema della F1 di oggi è che le regole cambiano ad ogni gara. In un gran premio si può andare oltre la linea bianca e in quello dopo no – ha detto a La Gazzetta dello Sport -. Il Circus non è più quello che era una volta. Allora non c’erano così tante regole. Quando la luce si spegneva, si correva. Ora i piloti sono teleguidati dal muretto box o persino dalla sede del team, apprendono da altri quello che devono fare. Non dovrebbero ricevere tutte queste informazioni, dovrebbero guidare loro».

«È stato ingiustamente penalizzato. Max ha semplicemente fatto quello che ci si poteva immaginare facesse per farsi sfilare. Lewis non si è mosso, mi è parso che non volesse superare. Che cosa diavolo doveva fare d’altro Max?».