F1, Gp Abu Dhabi: la conferenza stampa dei piloti Ferrari
Connettiti con noi

Formula 1

F1, Gp Abu Dhabi: la conferenza stampa dei piloti Ferrari

Pubblicato

su

Nella conferenza stampa di oggi in vista del Gp di Abu Dhabi hanno parlato anche i due Ferrari Leclerc e Sainz: ecco le loro dichiarazioni

Intervenuti in conferenza stampa alla vigilia dell’ultimo Gran Premio della stagione, ad Abu Dhabi, i due piloti della Ferrari si sono raccontati tra bilanci attuali e obiettivi futuri:

QUESTE LE PAROLE DI CHARLES LECLERC

5° POSTO PILOTI –«Il 5° posto? Ho solo 4 punti e tutto può accadere, spero in una buona gara e di conservare il vantaggio».

BILANCIO 2021 –«Ovviamente si punta ad altro, ma a parte questo è una stagione di cui essere soddisfatti, perché abbiamo fatto progressi evidenti rispetto al 2020, abbiamo lavorato bene e siamo stati sfortunati in alcune gare in cui avremmo potuto portare a casa buoni punti, tipo Monaco o Budapest, ma fa parte della stagione. Penso che il meglio stia per arrivare. Quale è stata la gara migliore del 2021? Direi Silverstone, col secondo posto, l’ottima Sprint Race e un bel passo gara della macchina, sicuramente la gara più sorprendente».

2022 –«Penso che abbiamo ottimizzato le operazioni in pista, sul pacchetto c’è ancora molto da fare, ma abbiamo lavorato sui nostri punti deboli e siamo cresciuti rispetto alla stagione precedente».

GP ABU DHABI –«Dalle prove fatte al simulatore è divertente, è abbastanza diversa in curva 5 e nell’ultimo settore, è sicuramente più veloce ed è più facile per chi segue stare incollati a quello davanti».

QUESTE LE PAROLE DI CARLOS SAINZ

STAGIONE 2021 –«Mi sto godendo questo finale di stagione, finisco la stagione più forte di come l’avevo iniziata e vedo che la squadra ha preso la giusta direzione. Mi sono adattato bene al nuovo ambiente, ho avuto una veloce integrazione con la squadra e quindi va bene: non ho ottenuto tutto quello che volevo perché in alcune cose avrei voluto fare meglio, ma sono in lotta per il 5° posto piloti ed è buono».

FUTURO –«La Ferrari significa più impegno, più stress ma maggiori motivazioni: se la rossa fosse da mondiale nel 2022 io mi sento pronto al 100% per lottare, ma come pilota credo che si possa sempre crescere a fare uno step ulteriore».

Copyright 2023 © riproduzione riservata MotoriNews24 - Registro Stampa Tribunale di Torino nr. 51/2021 del 15.09.21 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l.