Connettiti con noi

Formula 1

F1, per sostituire il Gp d’Australia spunta una nuova soluzione

Pubblicato

su

Dopo l’annuncio di ieri dell’annullamento del Gp d’Australia, la FIA è al lavoro per trovare una nuova pista per mantenere le 23 gare

Con l’annuncio di ieri mattina è stato ufficializzato che, anche in questa stagione, il Gp d’Australia non verrà disputato. L’aumento dei casi di Covid e l’espandersi della variante Delta impedisce all’Australia di garantire una sicurezza tale da far arrivare piloti e ingegneri per gareggiare.

Da ieri, però, la FIA è al lavoro per trovare una soluzione in modo da garantire lo svolgimento delle 23 gare previste a inizio stagione. Stando a quanto riporta La Gazzetta dello Sport, le opzioni sul tavolo sarebbero al momento due.

La prima sarebbe quella di tornare in Bahrain, utilizzando il layout più breve come fatto nella stagione precedente. La seconda opzione, più intrigante, sarebbe quella di approdare in Qatar, sul circuito di Losail che dal 2004 ospita la MotoGp.

Una terza opzione, che vede la possibilità di correre due volte in Texas, verrebbe presa in considerazione da Domenicali sono le caso in cui non si riuscisse a correre in Messico o in Brasile.