Formula 1, Carey conferma: “In caso di positività si corre regolarmente”

Chase Carey, CEO di Liberty Media e Formula 1

Il boss di Liberty Media e Formula 1 conferma che le corse andranno avanti anche nel caso di positività di un membro dei team o anche di un pilota

Come aveva già preannunciato uno dei responsabili medici di Formula 1, il circus non si fermerà in caso di un nuovo caso di positività al coronavirus all’interno dei team o addirittura tra i piloti.

A confermarlo è il n.1 di Liberty MediaChase Carey che, come riportato da La Gazzetta dello Sport, ha affermato: “Se un team non fosse in grado di correre, la gara non verrebbe cancellata. Se un pilota avesse un’infezione, le squadre hanno piloti di riserva disponibili: non andremmo avanti se non fossimo molto fiduciosi di avere stilato il protocollo necessario con le competenze e le capacità per fornire un ambiente sicuro e gestire qualsiasi problema”.