Formula 1, Gp Belgio: i promossi e i bocciati del weekend a Spa

Lewis Hamilton, dominatore del campionato

La gara di Spa ha confermato ancora una volta lo strapotere Mercedes ed in particolare il dominio di Hamilton; i nostri promossi e bocciati del Gp

PROMOSSI

⇑ Mercedes Non c’è niente da fare; le ex ‘frecce d’argento’ fanno un altro sport; distacchi abissali a tutti con il solo Verstappen a tenere il passo.

⇑ Hamilton Non fa quasi più notizia; rifila 0”5 a Bottas in qualifica, domina la gara dal primo all’ultimo giro e annichilisce ogni giorno di più il povero compagno di squadra.

⇑ Renault Primi nel ‘Gp degli altri’ con anche la soddisfazione del giro veloce; 23 punti è il record da quando sono rientrati in Formula 1.

⇑ Ricciardo Vedi sopra, primo tra le vetture normali; una gara solida, di qualità e, per poco, non va anche a raggiungere il podio con un’ottima gestione delle gomme.

⇑ Gasly Azzarda la gomma dura al via; una gara di ritmo e qualità, l’ennesima in un’ottima stagione.

BOCCIATI

⇓ Ferrari A Spa si è letteralmente toccato il fondo tra vettura lenta, problemi ai box, comunicazioni via radio al limite della crisi di nervi; nemmeno nei peggiori incubi.

⇓ Bottas Povera stella; guida un missile ma viene costantemente ridimensionato dal suo compagno di squadra che lo bastona ogni volta; e pensare che vincendo in Austria la prima gara si era pure illuso di poter ambire al titolo..

⇓ Giovinazzi Esattamente come l’anno scorso un botto pazzesco; dodici mesi fa buttò via dei punti all’ultimo giro, stavolta rovina anche la gara di Russell.

⇓ Racing Point Il ‘passo del gambero’ alla domenica è ormai una costante ma questo weekend sono stati anche lenti in qualifica, oltre a rovinare la gara di Perez con una strategia a dir poco scriteriata (e non è la prima volta, ndr).

⇓ McLaren Un problema tecnico alla power unit tira fuori Sainz ancor prima di iniziare la gara; peccato perché lo spagnolo aveva il potenziale per giocarsi la Top5.