Formula 1, le pagelle del Gp Stiria: Ferrari da zero in condotta

Fp2 bagnata nel Gp Ungheria

Weekend disastroso per le Ferrari che terminano la corsa dopo tre curve mentre la Mercedes piazza la prima doppietta stagionale

Il Gp Stiria ha riproposto un fortissimo e imbattibile Lewis Hamilton mentre è notte fonda per le Ferrari che, dopo una qualifica disastrosa, chiudono la gara dopo sole tre curve.

MERCEDES 9 – Piazza la prima doppietta stagionale; Hamilton semplicemente imbattibile questo weekend. Se si eccettua Verstappen, tutti gli altri finiscono quasi doppiati.

Bottas 6,5 – Sonoramente battuto da Hamilton, gli va riconosciuto il merito di aver cercato il 2° posto fino a prenderselo a pochi giri dall’arrivo.

Hamilton 9 – Si riscatta alla grande con un weekend superbo; pole position grandiosa sotto l’acqua e gara corsa da assoluto dominatore.

FERRARI 3 – Nonostante le modifiche tecniche portate in pista, le qualifiche denotano quanto le Rosse siano lente; c’era forse la possibilità di essere più vicini sul passo di gara ma non potremo mai saperlo visto che la corsa è durata solo 3 curve.

Leclerc 2 – Fuori in Q2 con l’11° tempo, penalizzato di tre posizioni per aver ostacolato Kvyat e, come ciliegina, al via decolla contro la Ferrari di Vettel chiudendo la gara di entrambi.

Vettel 5 – Stavolta è lui il più veloce (o il meno lento se vogliamo, ndr) ma ha la colpa di fare il passo del gambero al via tanto da essere ripreso da Leclerc e da lì nasce il patatrac.

RED BULL 7,5 – La prestazione di Verstappen dimostra che la vettura è competitiva; su Albon invece bisognerebbe iniziare ad interrogarsi.

Verstappen 8 – Ottima qualifica sotto l’acqua; in gara è l’unico a tenere il passo delle Mercedes ed alla fine deve arrendersi non prima di essersi difeso come meglio non poteva.

Albon 5 – Ok, arriva 4° ma distantissimo dal compagno di squadra e senza il contatto con Perez sarebbe scivolato anche al 5° posto.

McLAREN 7 – Non giunge sul podio ma dimostra ancora una volta di essere una vettura molto competitiva.

Sainz 7 – Miglior qualifica in carriera, penalizzato da un pit stop troppo lungo scivola al 9° posto ma, a riprova della sua velocità, conquista il punticino per il giro veloce in gara.

Norris 8 – Battuto in qualifica e per lunghi tratti di gara da Sainz ma alla fine finisce ancora lui davanti con una super rimonta che lo porta fino al 5° posto.

RENAULT 5 – Stessi problemi tecnici di settimana scorsa, stavolta sulla vettura di Ocon, hanno rischiato di finire la gara come le Ferrari lasciando i piloti liberi di battagliare per diversi giri e, per finire, sbagliano strategia con Ricciardo, buttando via un 5° posto.

Ricciardo 7 – Passo costante per tutto il weekend; è l’unico ad azzardare la strategia con gomma media al via e il giochino sembrerebbe funzionare ma un pit stop troppo in anticipo gli fa fare il passo del gambero fino a scivolare all’8° posto.

Ocon 6 – Batte Ricciardo sotto l’acqua, in gara ha un ritmo più lento ma avrebbe comunque chiuso nei punti se non fosse stato per un problema tecnico.

RACING POINT 6 – La Mercedes Rosa mostra un ritmo impressionante anche se una qualifica pessima ne condiziona il risultato in gara ed adesso c’è pure il reclamo Renault che incombe.

Perez 7 – Malissimo in qualifica, rimonta spettacolare in gara che lo porterebbe fin quasi al 4° posto se non fosse per quel contatto con Albon nel finale che gli costa la rottura dell’ala e una retrocessione al 6° posto che, con soli 300 metri in più, sarebbe diventato addirittura 8°.

Stroll 5 – Bene sotto l’acqua (ma non è una novità, ndr), bastonato da Perez per tutta la gara, fa una fatica bestiale a passare Ricciardo e quando lo fa, ci prova con una manovra disperata che, oltre ad essere da penalizzare, di fatto spiana la strada a Lando Norris.

HAAS 5 – Se non altro sono arrivati al traguardo.

Grosjean 5 – Stavolta finisce battuto anche da Magnussen.

Magnussen 6 – Il fatto che non sia finito nei pasticci è già una gran notizia.

ALFA ROMEO 5 – Come tutti i motorizzati Ferrari, le difficoltà sono palesi.

Raikkonen 6 – Arriva fin quasi a sfiorare la zona punti, merito soprattutto di un lunghissimo primo stint.

Giovinazzi 5 – Prestazione anonima e senza squilli; passo indietro rispetto alla scorsa settimana.

ALPHA TAURI 6 – Recupera un utile punticino in chiave campionato.

Gasly 5,5 – Straordinario in qualifica, in gara si perde.

Kvyat 6 – Porta a casa un utile punto iridato.

WILLIAMS 5,5 – La qualifica di Russell aveva fatto ben sperare ma è stata solo un’illusione.

Russell 5 – Straordinario in qualifica, al via si ritrova a ridosso della zona punti quando rovina tutto con un errore che lo porta a fare un giro nella ghiaia.

Latifi 5 – Finisce alle spalle di Russell nonostante il grave errore del compagno di squadra; ne ha ancora tanta di strada da fare…