F1, GP Giappone, Leclerc: «Questione chiarita con Vettel: la Ferrari viene prima di tutto»

A Suzuka, Charles Leclerc butta acqua sul fuoco sulle vicende interne in casa Ferrari, spegnendo ogni polemica con Sebastian Vettel

Dalla classica conferenza stampa del giovedì sembra sia tornato il sereno in casa Ferrari: a Suzuka, infatti, Charles Leclerc ha voluto spegnere ogni residuo di polemica e diatriba interna, in particolare con Sebastian Vettel: «Certo ci sono stati fraintendimenti ma è tutto risolto, dall’esterno sembrava tutto gigantesco ma non lo era. Non ho incontrato Vettel a Maranello ma ho parlato con Binotto che lo aveva visto il giorno prima, ormai è passato tutto. La priorità è fare il bene del team, ma è normale che io voglia battere Vettel e viceversa. Tutti, però, remiamo dalla stessa parte e vogliamo il bene del team».

Con un Gran Premio in bilico per via delle condizioni atmosferiche non troppo favorevoli, stando alle previsioni, il monegasco avverte la Mercedes: «Non ci sono motivi per non essere competitivi anche qui. La macchina va bene, è così da quando siamo rientrati dalla sosta estiva: certo nelle ultime due gare mi sarei aspettato qualcosa in più ma siamo andati bene lo stesso». Per poi soffermarsi a chiarire, ai microfoni di Sky Sport, il rapporto con Vettel: «Penso che in TV sia stato interpretato tutto male perché non c’erano tutti i messaggi radio, in realtà nel team la situazione era molto meno grave. Ora siamo più sereni, entrambi abbiamo capito. Sicuramente parlare via radio non è mai buono, bisogna smetterla».