F1, GP Giappone, Verstappen sfida il tifone: «Ho già pronto il motoscafo»

Nonostante la minaccia di Hagibis, Max Verstappen si dimostra particolarmente rilassato per il GP di Suzuka: l’obiettivo principale è il podio

Max Verstappen rappresenta, indubbiamente, l’alternativa più valida al duopolio Ferrari-Mercedes. Dopo la presenza di rito agli eventi organizzati da Honda, in collaborazione con Red Bull, in particolare quello tenutosi al Tochigi Proving Ground in cui sono scese in strada una Red Bull RB7 del 2011 e una Honda RA272, il pilota olandese si è concesso ai microfoni dei giornalisti nella classica conferenza stampa del giovedì pre GP, dimostrandosi estremamente rilassato e spiritoso, nonostante l’allerta tifone minacci seriamente il GP di Suzuka: «Al momento sembra impossibile girare normalmente sabato: se necessario, ho comunque già pronto il motoscafo».

La possibilità di rinviare le qualifiche a domenica mattina non sembra preoccupare troppo il talento olandese: «Spostare le qualifiche domenica mattina vuol dire che si avrà più tempo libero al sabato, ma dovremo svegliarci prima il giorno della gara. Ad Austin nel 2015 è stato così, non è qualcosa che condiziona più di tanto alla fine. Se siete pronti a perdere a FIFA, sabato sarò lì che vi aspetto». Sugli obiettivi dell’imminente weekend: «L’obiettivo principale è conquistare il podio: ci sono già salito tre volte negli ultimi anni qui a Suzuka. Vedremo il meteo, ma sicuramente daremo il massimo per ottenere un bel risultato».