MotoGP, Iannone svela l’unico lato positivo di Brno

Andrea Iannone Brno
@Suzuki

Andrea Iannone dopo la gara di Brno ha analizzato pro e contro del weekend ottenendo un bilancio piuttosto positivo anche se la fortuna ha remato contro la Suzuki

Quello di Brno è stato un altro weekend sfortunato per Andrea Iannone, il pilota della Suzuki ha avuto problemi tecnici durante la Q1 e in gara è caduto ai box, complice una manovra azzardata di Aleix Espargarò, ma in ogni caso il risultato finale è stato deludente dato che Iannone ha tagliato il traguardo in 19ª posizione: «Ero arrivato con grande motivazione e il primo giorno non è andato male perché avevo ottime sensazioni con la moto, ci mancava un po’ di velocità ma sapevamo di avere del lavoro da fare». Iannone attribuisce al momento del cambio moto la sua performance negativa: «Quando sono rientrato c’era Aleix che stava uscendo dai box ma l’asfalto era scivoloso e quando ho frenato sono caduto. Aleix dopo la gara si è scusato e spero che in futuro certe cose non succedano ma capisco che siano momenti difficili da gestire».

In effetti il cambio moto è sempre una situazione difficile per i piloti e il team. In Suzuki la caduta non è stato l’unico intoppo della gara visto che, come altri team, la moto non aveva il giusto equipaggiamento al momento del rientro in pista e questo ha fatto perdere al pilota altri preziosi secondi. La prossima tappa sarà in Austria, sulla pista che lo scorso anno vide Iannone trionfare con la Ducati e potrebbe essere il momento migliore per riuscire a risollevare la stagione attuale.