Melandri: «Adesso sappiamo come restare al top»

MELANDRI ARAGON LIBERE
@DUCATI

Il week end di Aragon è partito bene per Marco Melandri, sicuro di aver trovato la quadra in sella alla Panigale

Un secondo posto nella sessione pomeridiana di Aragon, ad un soffio da Jonathan Rea, hanno regalato il sorriso a Marco Melandri, che dopo un inizo altalenante di stagione è certo di poter essere competitivo anche a fine gara, sua vera arma in passato. Il pilota ravennate è sempre stato un maestro nella gestione delle gomme, caratteristica che gli ha spesso permesso di emergere a fine gara approfittando delle difficoltà degli avversari. Queste le sue parole al termine della prima giornata di libere in Spagna, per il terzo round del mondiale SBK ad Aragon.

In giornata la situazione è cambiata parecchio

«Le condizioni della pista sono cambiate nel corso della giornata. Al mattino il vento ci ha ostacolato un po’, ma la squadra ha lavorato molto bene e la competitività della nostra moto è aumentata progressivamente»

Adesso come ti senti sulla moto?

«Nel pomeriggio, abbiamo fatto un passo avanti sia a livello di tempi sul giro che di sensazioni in sella. Non ho fatto una simulazione ma penso che sappiamo esattamente cosa ci serve per avere un passo migliore, soprattutto nella seconda metà di gara, rispetto ai primi due round»

Si può puntare alla vittoria?

«Domani il vento potrebbe aumentare ancora di intensità, ma sono contento del nostro livello. Spero di fare una buona gara e giocarmi il podio, possibilmente con un finale diverso da quello della Tailandia»