Mondiale Superbike 2023 a Donington Park Rea conquista la Superpole e Bautista Gara 1 - Motori News 24
Connettiti con noi

Superbike

Mondiale Superbike 2023 a Donington Park Rea conquista la Superpole e Bautista Gara 1

Pubblicato

su

Mondiale Superbike 2023 a Donington Park Rea conquista la Superpole e Bautista Gara 1

Pole position eccezionale e nuovo giro record a Donington Park nella sessione di Tissot Superpole del Round Prosecco DOC di Gran Bretagna per Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK): per lui si tratta della prima pole del 2023.

Il primo a prendere il via della pista è Rea con Scott Redding (ROKiT BMW Motorrad WorldSBK Team) subito dietro. Redding gira più veloce di Rea ma i due vengono scavalcati da Alex Lowes(Kawasaki Racing Team WorldSBK) e Andrea Locatelli (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK) seguiti da Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati), Tom Sykes (ROKiT BMW Motorrad WorldSBK Team) e Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK): tutti compresi in meno di un decimo. Poi è la volta del secondo run per Locatelli, Razgatlioglu e Axel Bassani (Motocorsa Racing).

Razgatlioglu e Locatelli spingono forte ma ‘Loka’ alla Coppice esce di pista. Davanti a loro ecco Garrett Gerloff (Bonovo Action BMW) che risale in sesta posizione mentre a sei minuti dalla fine con un eccezionale 1’26.410 Razgatlioglu va al comando. Giro fenomenale anche per Sykes mentre il connazionale Alex Lowes stacca il secondo tempo facendo meglio di lui. Donington rimane indigesta a Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) che cade all’ultima curva. Un posto in top ten anche per Dominique Aegerter (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team).

Le condizioni della pista continuano a migliorare e Rea si regala la pole con un nuovo giro record mentre Bautista e Danilo Petrucci (Barni Spark Racing Team) conquistano un posto in prima fila. Lo spagnolo cade in curva 8 a pochi istanti dalla caduta in curva 12 di Axel Bassani.

Jonathan Rea conquista la sua prima pole della stagione: una pole che al nordirlandese a Donington mancava dal 2021. Alle sue spalle scatteranno Bautista e Petrucci: per il ternano si tratta della prima fila nel WorldSBK. Al Parco Chiuso la cerimonia di premiazione vede la presenza di Roger Burnett, colui che proprio a Donington Park 35 anni fa conquistò la prima pole position della storia.

Toprak Razgatlioglu sarà chiamato alla rimonta dalla quarta casella: dietro di lui partiranno Alex Lowes e il rookie Dominique Aegerter.

Settimo tempo per Locatelli che fa meglio di Tom Sykes, il pilota più vincente di sempre sulla pista inglese. Il 37enne è il miglior pilota BMW al termine di questa sessione che conclude mettendosi dietro Rinaldi. Garrett Gerloff completa la top ten che non vede la presenza di Honda, ancora una volta in difficoltà a Donington Park.

Questi sono i primi sei alla fine della Superpole nel WorldSBK, per la classifica completa clicca qui:

 1. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) 1’26.041

2. Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) +0.068

3. Danilo Petrucci (Barni Spark Racing Team) +0.164

4. Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK) +0.369

5. Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) +0.381

6. Dominique Aegerter (GYRT GRT Yamaha WorldSBK Team) +0.461

A C BACD ABDB
Foto di worldsbk.com

Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) al termine di Gara 1 del Round Prosecco DOC di Gran Bretagna a Donington Park valido per il Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike scrive una nuova pagina di storia conquistando la sua 11^ vittoria consecutiva e mettendo fine alla striscia senza successi di Ducati sulla pista inglese precedendo Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK) e Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK).

Bautista scatta bene ma poi alla Foggy Esses va largo e quindi Rea ne approfitta al secondo giro per portarsi al comando. Il nordirlandese allunga su Bautista ma deve vedersela con la pressione portata dal campione del mondo 2021 Razgatlioglu.

Razgatlioglu attacca lo spagnolo al terzo giro in curva 11 per poi mettere nel mirino Rea. Il distacco tra i due scende e al sesto giro Toprak passa Rea.

Il trio di titani tra il sesto e il nono giro si scambia ripetutamente le posizioni e tutti e tre vanno al comando in fasi diverse. Poi Bautista compie un sorpasso su Razgatlioglu in uscita dalla Coppice e torna davanti. All’11° giro Bautista realizza un nuovo record firmando un 1’26.615, conquistando oltre mezzo secondo di margine sui suoi rivali.

Due giri dopo Bautista firma un 1’26.610 continuando a far vedere di essere molto consistente. In questa fase di gara è l’unico a girare in 1’26”. Alle spalle di Bautista e Razgatlioglu va in scena un gran duello per il terzo posto tra Rea e Danilo Petrucci (Barni Spark Racing Team) che in precedenza aveva superato Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) alla Foggy Esses.

Ducati insieme a Bautista torna dunque a vincere a Donington dopo 12 anni e ora il vantaggio dello spagnolo in classifica su Razgatlioglu è di 91 punti. Questa per lui è la vittoria consecutiva numero 11 che gli permette di eguagliare quanto fatto da Rea nel 2018 e da se stesso nel 2019. Ora Razgatlioglu vanta 97 podi nel WorldSBK mentre Rea è il primo a tagliare il traguardo dei 250 podi.

Petrucci manca il podio per un solo secondo e 740 millesimi ma con il quarto posto di oggi si regala comunque il suo miglior risultato nel WorldSBK. A quasi tre secondi dal ternano ecco Andrea Locatelli (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK), autore di un gran sorpasso su Lowes al 21° giro alla Foggy Esses. Sesto posto per Lowes.

Axel Bassani (Motocorsa Racing) termina Gara 1 in settima posizione dopo essere partito 14°: il veneto precede i due piloti del ROKiT BMW Motorrad WorldSBK Team Scott Redding e Tom Sykes, con Remy Gardner (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team) a completare la top ten.

11^ piazza per Xavi Vierge (Team HRC) davanti a Dominique Aegerter (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team) che all’ultimo giro finisce nella ghiaia in curva 8. A un secondo dallo svizzero troviamo Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) che va largo al primo giro alla Coppice. Lorenzo Baldassarri (GMT94 Yamaha) e Isaac Viñales (TPR by Team Pedercini Racing) chiudono la zona punti.

Tito Rabat (Kawasaki Puccetti Racing) è 16° davanti ad Hafizh Syahrin (PETRONAS MIE Racing Honda Team), Oliver Konig (Orelac Racing MOVISIO) ed Eric Granado (PETRONAS MIE Racing Honda Team).

Poco dopo il via, la stella di casa Bradley Ray (Yamaha Motoxracing WorldSBK Team) vede terminare anzitempo la sua gara a causa di un contatto con Garrett Gerloff (Bonovo Action BMW) che poi si ritira come anche il suo compagno di box Loris Baz a causa di un problema tecnico nelle fasi iniziali.

Iker Lecuona (Team HRC) è caduto al penultimo giro in curva 4 e poi è stato portato al Centro Medico per accertamenti al termine dei quali è stato dichiarato idoneo. Problema tecnico e ritiro all’ultimo giro per Philipp Oettl (Team GoEleven).

Questi sono i primi sei alla fine di Gara 1 del WorldSBK, per la classifica completa clicca qui:

 1. Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati)

2. Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK) +3.718

3. Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) +6.115

4. Danilo Petrucci (Barni Spark Racing Team) +7.855

5. Andrea Locatelli (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK) +10.738

6. Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) +11.143

Giro veloce: Alvaro Bautista, Ducati – 1’26.550 (Nuovo giro record)

(Fonte worldsbk.com)

Copyright 2023 © riproduzione riservata MotoriNews24 - Registro Stampa Tribunale di Torino nr. 51/2021 del 15.09.21 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l.