Connettiti con noi

Superbike

Mondiale Superbike 2023: tutto sui test a Portimao

Pubblicato

su

Mondiale Superbike 2023: tutto sui test a Portimao


La prima giornata di test del Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike all’Autodromo Internacional do Algarve si conclude con il miglior tempo realizzato da Michael Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing – Ducati) che precede di 61 millesimi Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) mentre a fine giornata i tre più veloci sono racchiusi in appena 68 millesimi. Rinaldi batte tutti in 1’39.639 mentre il suo compagno di box Alvaro Bautista è terzo a soli 68 millesimi in sella alla nuova Panigale V4 R che continua a impressionare.

1’39.700 per il sei volte iridato Jonathan Rea mentre stamattina in curva 10 a cadere è stato l’altro portacolori del team ufficiale Kawasaki, ovvero Alex Lowes che a fine giornata ferma il cronometro in 1’40.264 per il settimo posto.

Quarto crono per il campione del mondo 2021 Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK) che firma un 1’39.851: oggi il turco ha lavorato tanto sul posteriore della sua Yamaha YZF R1 mentre Andrea Locatelli è quinto a 136 millesimi dal compagno di box. Sesta e ottava posizione rispettivamente per la coppia del Team HRC formata da Xavi Vierge e Iker Lecuona. Stamattina Vierge è caduto in curva 13 e ciò ha comportato l’esposizione delle bandiere rosse. La CBR1000RR-R presenta gli stessi aggiornamenti già messi in mostra a Jerez e anche a Portimao sono presenti alcuni ingegneri giapponesi. Nono posto per Remy Gardner (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team) davanti a Garrett Gerloff (Bonovo Action BMW) e Loris Baz: lo statunitense e il francese sono divisi da soli 39 millesimi. Scott Redding (ROKiT BMW Motorrad WorldSBK Team) in 1’40.749 è 12° ed è il miglior pilota ufficiale BMW mentre Michael van der Mark è 14°. Il team ufficiale BMW continua ad adattarsi ai freni Brembo oltre alla nuova carena e pacchetto aerodinamico senza dimenticare la nuova scatola del cambio. 13^ piazza per Philipp Oettl (Team GoEleven) mentre il rookie Danilo Petrucci (Barni Spark Racing Team) in 1’41.321 è 15°. A Portimao Honda torna in azione nel WorldSSP con il MIE – MS Honda Racing Team insieme a Tarran Mackenzie e Adam Norrodin.

A fine giornata in testa alla classifica ci sono tre italiani e tre Ducati: Nicolò Bulega (Aruba Racing WorldSSP Team) in 1’43.282 precede di quasi mezzo secondo Federico Caricasulo (Althea Racing), il quale fa meglio per 12 millesimi di Raffaele De Rosa (Orelac Racing MOVISIO). Quarto tempo per Valentin Debise (GMT94 Yamaha) davanti a Stefano Manzi (Ten Kate Racing Yamaha) e Yari Montella (Barni Spark Racing Team).

Can Oncu (Kawasaki Puccetti Racing) è settimo e precede Oli Bayliss (D34G Racing), in pista con il suo nuovo team. Nono posto per Jorge Navarro (Ten Kate Racing Yamaha) davanti a Maximilian Kofler (D34G Racing) e Federico Fuligni (Orelac Racing MOVISIO) che completano la classifica del WorldSSP.
Clicca QUI per vedere la classifica completa della prima giornata di test a Portimao.

Passo record nel secondo giorno di test riservato al Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike all’Autodromo Internacional do Algarve: l’iridato Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) precede di appena nove millesimi il sei volte campione del mondo Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) mentre in quattro fanno meglio del record di Rea che risaliva al 2022. Bautista piazza un 1’39.035 con cui abbassa il crono registrato da Rea l’anno scorso in Superpole. Nel corso della mattinata portoghese lo spagnolo è caduto in curva 7.

Rea – detentore dal 2022 del record in Superpole in 1’39.610 – paga soli nove millesimi allo spagnolo e oggi ha testato delle novità portate da Showa concentrandosi sul bilanciamento del telaio. Decimo tempo per il suo compagno di box Alex Lowes in 1’40.559 e che si è concentrato sulla fase di uscita curva. Quarto posto – dietro all’altro portacolori del team ufficiale Ducati Michael Ruben Rinaldi, staccato di un decimo da Rea – per il campione del mondo 2021 Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha Prometeon WorldSBK). In 1’39.441 anche lui fa meglio del tempo di Rea del 2022 e anche oggi – come avvenuto a Jerez – si è concentrato tanto sul posteriore della sua Yamaha YZF R1 per migliorare il grip in uscita curva. Alle sue spalle ecco il compagno di squadra Andrea Locatelli: i due sono divisi da circa tre decimi. Sesto crono per il Team HRC con Iker Lecuona: lo spagnolo stamattina è caduto nell’ultimo settore e termina la giornata in 1’39.803 dopo aver svolto diversi long run in sella alla sua CBR1000RR-R. Ottavo posto per il compagno di box Xavi Vierge mentre il pilota Indipendente Yamaha Remy Gardner (GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team) è settimo: l’australiano oggi ha cercato di fare dei passi avanti con la gomma SCX. Nona posizione per il campione del mondo 2013 Tom Sykes (Kawasaki Puccetti Racing) che fa meglio del francese Loris Baz (Bonovo Action BMW), 11° in sella alla sua M 1000 RR. Garrett Gerloff termina con il 14° riscontro.

Michael van der Mark (ROKiT BMW Motorrad WorldSBK Team) si è concentrato sulla nuova elettronica e conclude la giornata odierna con il 12° tempo pari a 1’40.711. 16° posto per Scott Redding in 1’41.002 mentre tra i due piloti BMW si inserisce Philipp Oettl (Team GoEleven), 13°. Il tedesco ha lavorato sulle nuove forcelle presenti sulla sua Panigale V4 R come anche Gerloff e Dominique Aegerter (GYTR GRT Yamaha WorldSBK): alla bandiera a scacchi lo svizzero è 15°.

Lorenzo Baldassarri (GMT94 Yamaha) occupa la 17^ posizione a circa quattro decimi dal due volte campione del mondo nel WorldSSP. 18° tempo per Bradley Ray (Yamaha Motoxracing WorldSBK Team) davanti ad Axel Bassani (Motocorsa Racing) e Danilo Petrucci (Barni Spark Racing Team): il ternano si mette alle spalle la coppia del MIE Honda Racing Team formata da Eric Granado e Hafizh Syahrin. Problema tecnico oggi pomeriggio per il pilota brasiliano. Grandi cose per Ducati anche per ciò che concerne il WorldSSP dato che anche Nicolò Bulega (Aruba Racing WorldSSP Team) fa meglio del precedente record sulla pista portoghese: l’emiliano in 1’42.636 precede Federico Caricasulo (Althea Racing) e Yari Montella (Barni Spark Racing Team). Nelle prime tre posizioni dunque abbiamo tre Ducati. Quarta piazza per Can Oncu (Kawasaki Puccetti Racing) che in 1’43.583 si mette dietro Raffaele De Rosa (Orelac Racing MOVISIO).

Sesto crono per il portacolori del Ten Kate Racing Yamaha Stefano Manzi. Alle spalle del romagnolo ecco Valentin Debise (GMT94 Yamaha) e il compagno di box dello stesso Manzi, ovvero Jorge Navarro. Nono tempo per Oli Bayliss (D34G Racing) in 1’44.978 mentre Federico Fuligni (Orelac Racing MOVISIO) e Maximilian Kofler (D34G Racing) chiudono la classifica; Kofler oggi pomeriggio è caduto. Oggi in pista anche Adam Norrodin (MIE – MS Racing Honda Team) e Tarran Mackenzie ma senza registrare tempi sul giro.

Clicca QUI per vedere la classifica al termine della seconda giornata di test a Portimao!

Prossimo appuntamento il 21 Febbraio in Australia per test e prima gara della stagione!

(Fonte e foto worldsbk.com)

Copyright 2023 © riproduzione riservata MotoriNews24 - Registro Stampa Tribunale di Torino nr. 51/2021 del 15.09.21 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l.