Connettiti con noi

Superbike

Mondiale Superbike del Portogallo: 24 punti dividono Razgatlioglu da Rea

Pubblicato

su

Mondiale Superbike del Portogallo: 24 punti dividono Razgatlioglu da Rea

 

Il Mondiale Superbike di Portimao si è acceso con il nuovo giro veloce della pista (1’40’’219) e relativa Superpole di Razgatlioglu staccando di ben tre decimi Jonathan Rea a sua volta seguito dalla Honda di Haslam. Quarto posto per Scott Redding, quinto Van Der Mark, sesto Bautista, settimo Locatelli, ottavo Gerloff, nono Baz e solo decimo Rinaldi.

In Gara1 si riconferma Razgatlioglu al primo posto ma con una gara spettacolare se non la più bella di questa stagione. Razgatlioglu, Rea e Redding, infatti e in particolar modo nei primi tre giri, non si sono risparmiati regalandoci sorpassi audaci, contatti, duelli avvincenti e tanti colpi di scena.  Alla fine del quarto giro Redding passa in testa ma al quinto giro Rea cade ad alta velocità distruggendo completamente la Kawasaki ma per fortuna senza ripercussioni per il pilota. Razgatlioglu e Redding hanno continuato fino alla bandiera a scacchi a lottare per il primo gradino del podio che si è conquistato con poco più di mezzo secondo di distacco da Redding il turco della Yamaha.

Alle loro spalle Bautista, Baz, Rinaldi, Haslam, Van Der Mark e Locatelli cercano di conquistare il terzo gradino del podio. Locatelli tocca la gomma posteriore di Van Der Mark causando la caduta di entrambi, verso la fine Bautista cade lasciando il podio a Baz. Quarto Rinaldi, quinto Haslam, sesto Gerloff che finalmente sembra riuscire ad avere prestazioni agonistiche degne del talento che è abbandonando il decimo posto, settimo Bassani favorito sicuramente dalle cadute ma comunque con un’ottima resa di gara, ottavo Mercado, nono Laverty e decimo Ponsson.

La Superpole Race si è svolta con la pista bagnata e ha visto Rea perdere nuovamente l’aderenza all’anteriore e cadere quando era in testa. A quel punto Redding e la sua Ducati V4 hanno spinto al massimo e cercato di conquistare il primo gradino del podio Portoghese ma un velocissimo Van Der Mark lo ha raggiunto balzando in testa con la sua BMW. Alle loro spalle come ieri Baz e una Honda (questa volta Haslam) cercavano il terzo posto e nuovamente cade il pilota Honda lasciato Baz e la Ducati del Team GoEleven salire sul podio. Locatelli rinnova il suo abbonamento al quarto posto per la quindicesima volta in questa stagione, quinto Bautista e solo sesto Razgatlioglu, decisamente in difficoltà sul bagnato. Bassani velocissimo e a suo agio, invece, conquista il settimo posto seguito da Gerloff, Laverty e Vinales.

Gara2 , pista asciutta, ha rivisto finalmente risalire sul primo gradino del podio Jonathan Rea e purtroppo cadere questa volta Razgatlioglu nel corso dell’undicesimo giro a causa di un distaccamento probabilmente del parafango anteriore della Yamaha che è entrato nella ruota. Le sorprese di questo Mondiale che sembra non chiudersi mai per fortuna non finiscono e ci lasciano con 24 punti di distanza per Razgatlioglu da Rea e solo due round da disputare prima del termine della stagione! Dal decimo posto Rea è scattato subito velocissimo conquistandosi la testa della gara in pochi giri, iniziando un duello con Redding e Razgatlioglu che, appunto, cadrà tra l’altro nello stesso punto dove il 6 volte Campione del Mondo era caduto a sua volta il giorno prima. Redding chiude al secondo posto e al terzo posto nuovamente Baz che con un contatto ritenuto corretto fa scivolare ancora una volta Bautista! Non poteva mancare il quarto posto per Locatelli magari agevolato dalla caduta di Gerloff. Sesto posto per Van Der Mark, settimo Rinaldi dolorante per una caduta nella gara Sprint, Haslam ottavo, Bassani nono e decimo Laverty.

Prossimo appuntamento e penultimo della stagione in Argentina 17 ottobre 2021, non mancheranno i colpi di scena e vedremo se sarà il round decisivo per Razgatlioglu o Rea per la conquista del Titolo Mondiale!