Connettiti con noi

Superbike

Mondiale Superbike di Misano: trionfo Ducati e Bautista vince anche Gara 2

Pubblicato

su

Mondiale Superbike di Misano: trionfo Ducati e Bautista vince anche Gara 2

Un week end quello di Misano Adriatico per il Mondiale Superbike che si è tinto di rosso sin dall’inizio. Con il nuovo giro veloce della pista è Alvaro Bautista sulla Panigale V4 del Team Aruba Racing a conquistare la Superpole. Dietro di lui Razgatlioglu con la Yamaha e Jonathan Rea con la Kawasaki, i tre staccati di soli due decimi uno dall’altro. Quarto Lowes, quinto Rinaldi, sesto Locatelli, settimo Vierge, ottavo Lecuona, nono Redding e chiude la top ten Bassani.

In Gara 1 lo spagnolo della Ducati risale sul primo gradino del podio in una gara ricchissima di sorprese. Una battaglia davvero emozionante e di gran spettacolo ha visto i tre piloti che si stanno contendendo la testa del Mondiale combattere per vincere questa gara e portare a casa punti preziosi per la classifica. Nel corso del tredicesimo giro Bautista supera Razgatlioglu, segan un nuovo record pista (1’34’’221) e conclude la gara a 5 secondi da Jonathan Rea. Ebbene sì: da Rea poiché il pilota turco della Yamaha si è dovuto ritirare per un problema “tecnico” , ora la testa del Mondiale è sempre più difficile e lontana per lui.

Terzo bellissimo posto per Rinaldi, un podio sicuramente agevolato dall’uscita di scena di Razgatlioglu ma conquistato dopo un duello con Bassani che si è accontentato di un ottimo quarto posto. Lowes quinto davanti a Locatelli, settimo posto per Vierge con la Honda, ottavo Gerloff e nono con l’altra Honda dopo una partenza disastrosa ma un’ottima rimonta Lecuona. Chiude la top ten Redding con la BMW.

La prima gara della domenica , la Superpole Race, regala come sempre spettacolo e colpi di scena soprattutto sul podio. Poteva essere un week end firmato Bautista/Ducati ma Razgatlioglu si è imposto sullo spagnolo dopo l’uscita di scena in Gara 1 che ha chiaramente dimostrato non aver digerito infatti la sua gara è stata incredibile. Agguerrito e carico ha abbassato per ben tre volte il record pista (1’33’’722) e da subito ha superato Rea per poi non farsi più prevaricare da nessuno staccando Bautista e Rea che hanno duellato sino alla fine di ben tre secondi.

Quarto posto finale per Vierge che alle sue spalle aveva un gruppetto di piloti che ha dato ulteriore spettacolo terminando con un quinto posto per Lecuona, sesto Locatelli, settimo Bassani, ottavo Lowes e nono Gerloff. Decimo posto per Rinaldi che ha tentato di lottare con il gruppetto ma purtroppo si pensa causa usura gomme si è dovuto accontentare di chiudere la top ten con alle sue spalle Redding e Laverty.

In Gara2 Bautista e Razgatlioglu hanno duellato sin dall’inizio in modo molto “rabbioso” con sorpassi mozzafiato e rischio di penalità ma il pilota spagnolo della Ducati ha avuto la meglio. Rea probabilmente ha montato la gomma posteriore “sbagliata” e si è dovuto accontentare di vedere i due avversari contendersi il primo posto  e Rinaldi conquistarsi un meritato terzo posto confermando quanto la pista di casa sia “la sua pista”. Una volta che queste posizioni si sono “concretizzate” alle spalle ancora una volta un gruppetto di piloti ha dato ulteriore spettacolo animando il round Italiano del Mondiale Superbike: Lecuona, Locatelli, Bassani, Lowes (che ha effettuato un long lap penality) che terminano rispettivamente in quinta, sesta, settima e ottava posizione per poi essere seguiti dai due piloti BMW Redding e Baz che chiudono la top ten.

Qui la classifica di Gara 2.

A questo punto il Mondiale Superbike si ferma per un mese lasciando una classifica piloti davvero interessante poiché Bautista sembra essere sempre più irraggiungibile con 220 punti, sege Rea con 184 e solo  141 per il neo Campione del Mondo Razgatlioglu. Prossimo Round a Donington in UK il 15 luglio 2022.

News

Facebook

Copyright © 2021 MotoriNews24 - Registro Stampa Tribunale di Torino nr. 51/2021 del 15.09.21 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l.