Connettiti con noi

Superbike

Mondiale Superbike in Olanda Bautista “spodesta” Jonatan Rea

Pubblicato

su

Mondiale Superbike in Olanda Bautista “spodesta” Jonatan Rea

Fine settimana davvero ricco di sorprese e colpi di scena quello di Assen che inizia con la Superpole conquistata da Razgatlioglu on un tempo incredibile di 1’32’’934 che abbassa il record pista di quasi mezzo secondo! Seconda posizione conquistata da un carichissimo Alex Lowes che mette alle proprie spalle il 6 volte Campione del Mondo Jonatan Rea.
Quarta posizione per un sempre più performante Andrea Locatelli seguito da Alvaro Bautista e dalla Yamaha di Gerloff. Settimo Baz con la BMW, ottavo Lecuona, nono Bassani e decimo Rinaldi dopo una bruttissima sbandata che l’ha visto costretto a gettarsi a terra per non subìre danni fisici gravi.
Ma è in Gara 1 sotto un cielo splendente e una temperatura inusualmente calda per l’Olanda che è iniziato il vero spettacolo. Tutte le più rosee aspettative dopo la Superpole erano rivolte verso le Yamaha (vista la presenza di ben 6 moto nelle prime posizioni della griglia di partenza e il tempo record ottenuto da Razgatlioglu) ma… il feeling che il 6 volte Campione del Mondo Jonatan Rea ha sempre avuto con questo circuito ha stravolto tutto e ha portato a casa la sua sedicesima vittoria ad Assen !
Jonatan Rea dopo un piccolo duello con Razgatlioglu ha iniziato ad avere a che fare con Bautista e la Ducati V4 che, dopo essere risalito dalla quinta posizione fino alla testa della gara, ha fatto di tutto per sorpassare il 6 volte Campione del Mondo che, però, gli ha chiuso qualunque via di fuga in una gara davvero impeccabile! Bellissimo quarto posto per Andrea Locatelli , quinto Lecuona con la Honda e sesto Baz con BMW, una specie di posizionamento fotocopia della Superpole. Settima posizione per Oettl del Team GoEleven che non può che essere soddisfatto di questa performance , alle sue spalle infatti ha messo lo statunitense Gerloff e la BMW di Redding, da entrambi questi piloti ci saremmo aspettati molto di più. Bassani ha chiuso la top ten.
La gara sprint della domenica mattina ha visto Jonatan Rea che, con un sorpasso millimetrico all’ultimo giro su Bautista, si è portato a casa la vittoria numero 100 e ha fatto credere che per il fine settimana sarebbe stato imprendibile dai suoi avversari. Lo spagnolo penalizzato di una posizione per aver superato i limiti della pista nel corso dell’ultimo giro si aggiudica, però, la terza posizione preceduto, quindi, da Razgatlioglu. E’ stata una gara che ha visto questo terzetto distaccarsi da subito dagli altri piloti e iniziare a lottare per la prima posizione sino all’ultimo giro dove si è deciso tutto. La gara sprint regala sempre tanto spettacolo e tanta emozione e, in questo caso, anche la diciassettesima vittoria per Rea ad Assen e la quinta consecutiva.
Ancora un quarto posto per Locatelli , quinto per Lecuona e sesto per Baz. Settimo posto per Gerloff e solo ottavo Rinaldi con la Ducati V4 che, dopo aver mantenuto la quarta posizione per diversi giri è retrocesso in ottava e si è dovuto accontentare di questo risultato mettendosi alle spalle Bassani e Oettl.
Gara2 è stata forse quella più sorprendente perché, oltre a vedere salire sul primo gradino del podio Bautista e non Rea, ha visto anche una grande performanceda parte di Lecuona su Honda e il 6 volte campione del Mondo a dover rinunciare al podio a causa di un contatto con Razgatlioglu al sesto giro alla prima curva che “elimina” entrambi i piloti dalla gara. A quel punto Lecuona prende il comando della gara seguito da Bautista e da Locatelli. Il pilota spagnolo, però, dopo aver dovuto chiudere un po’ il gas per evitare Rea e Razgatlioglu, passa in testa senza dare più possibilità alcuna di essere ripreso dai suoi avversari. Inizia, quindi, alle sue spalle un duello tra Locatelli e Lecuona che alla fine si è dovuto accontentare del terzo posto.
Quarto posto per Lowes e quinto finalmente per Scott Redding che sembra aver ripreso feeling con la sua BMW ed entrare nella top five. Alle sue spalle Bassani penalizzato di tre secondi e retrocesso a causa del superamento dei limiti della pista e solo settimo Rinaldi davanti ad un convalescente Van Der Mark, Vierge e Mahias che chiude la top ten.
Nella Supersport il podio ha visto dominare sia in Gara1 che in Gara2 Aegerter mentre Van Straalen si aggiudica il secondo posto in Gara1 e Baldassarri in Gara2 e il terzo posto per Bulega in Gara1 e Oncu in Gara2. Merita sicuramente di essere menzionata la magnifica gara di Oliver Bayliss che in Gara1 ottiene il quattordicesimo posto ma in Gara2 sfiora la top ten piazzandosi undicesimo a pochissimi decimi da Sofuoglu. Il pilota Australiano oltre ad essere alla sua prima esperienza nel Mondiale Supersport e sulla Ducati V2 del Team Barni Spark Racing, non conosceva la pista Olandese ed è riuscito ad ottenere punti e addirittura a recuperare ben 7 posizioni mettendosi alle spalle una ventina di piloti anche con esperienza e a fare un tempo di 1’39’’ basso che lo avrebbe certamente portato ad essere più vicino alla top five se avesse avuto qualche altro giro a disposizione!

Oli Bayliss Assen 2022

Foto di Silvia Borella – SG Agency

Quindi occhi puntati sulla giovane promessa del Mondiale Supersport e ad Alvaro Bautista che sta mettendo in difficoltà sia Rea che Razgatlioglu precedendoli nella classifica generale piloti piazzandosi in vetta.
Prossima gara ad Estoril in Portogallo nel week end del 20-21-22 Maggio 2022.

News

Facebook

Copyright © 2021 MotoriNews24 - Registro Stampa Tribunale di Torino nr. 51/2021 del 15.09.21 - Iscritto al Registro Operatori di Comunicazione al n. 26692 - PI 11028660014 Editore e proprietario: Sportreview s.r.l.