Connettiti con noi

Superbike

Mondiale Superbike di Aragon: Bautista, Rea, Razgatlioglu e Rinaldi i protagonisti

Pubblicato

su

Mondiale Superbike di Aragon: Bautista, Rea, Razgatlioglu e Rinaldi i protagonisti

Un primo week end di gare per il Mondiale Superbike ad Aragon davvero entusiasmante e pieno di colpi di scena! Il “terzetto” Bautista, Rea e Razgatlioglu hanno dato spettacolo alternandosi le posizioni sul podio come poche volte si è visto nelle precedenti stagioni regalando al pubblico grandi emozioni e tanto divertimento!

Si inizia con la pole conquistata da Razgatlioglu e l’abbattimento del record sul giro veloce della pista (1’48’’267) con Bautista a soli sei millesimi da lui e a chiudere il sei volte Campione del Mondo Jonatan Rea.

Quarto posto per Rinaldi, quinto Alex Lowes e bellissimo sesto posto per Andrea Locatelli. Settimo posto per Lecuona con la Honda, risultato soddisfacente per la casa Giapponese, ottavo Mykhalchyk primo delle BMW, nono Bassani e decimo Baz.

Gara1 ha visto uno scatenatissimo Jonatan Rea confrontarsi con Razgatlioglu e Bautista per quasi tutta la gara e solo con il pilota spagnolo sul finale. La Ducati fortissima sul rettilineo si è dovuta “piegare” alla maestria di guida sul resto del circuito di Jonatan Rea con la Kawasaki che sembrava danzare senza nessun tipo di tentennamento tra una curva e l’altra. Purtroppo a causa di una “crisi all’avantreno dopo dieci giri” (come ha dichiarato il pilota Turco) Razgatlioglu si è “accontentato” di un meritatissimo terzo posto. Conferma il suo quarto posto Rinaldi con la Ducati del Team Aruba Racing  dopo un’ottima performance dove ha cercato di mantenere il passo dei primi tre per quasi tutta la gara e quinto Locatelli che sta dimostrando anche quest’anno di poter fare davvero bene stando nella top five. I piloti Honda Lecuona e Vierge rispettivamente al sesto e settimo posto danno dimostrazione di quanti progressi stia facendo la casa Giapponese conquistando queste posizione. Ottava posizione per la BMW di Mykhalchyk , nono Gerloff dal quale onestamente ci saremmo aspettati qual cosina di più visto il bell’inizio di stagione durante i test invernali e chiude la top ten Laverty.

La Superpole Race di domenica invece come sempre ha regalato ancora di più tanto divertimento e spettacolo rispetto alle gare più “lunghe”. In testa dal primo all’ultimo giro Alvaro Bautista ha trinofato sul circuito di Aragon con oltre cinque secondi di distacco da Jonatan Rea che conquista la seconda posizione dopo una gara fatta di contatti e sorpassi da brivido con Razgatlioglu e Rinaldi, beffato nelle ultime curve dal pilota turco della Yamaha che si piazza sul terzo gradino del podio. Riconferma il quinto posto Andrea Locatelli che speriamo non si abboni a questa posizione meritando di salire visto il grande feeling che dimostra con la sua Yamaha e le belle performance che ci sta regalando, sesto Lowes e settimo Bassani. Ottavo e Nono Lecuona e Vierge e decimo Gerloff che ha preceduto  tre BMW (rispettivamente Laverty, Redding e Baz) la quarta di Mykhaldnyk purtroppo ha visto la sua scivolata durante il quinto giro.

In Gara2 lo spagnolo della Ducati ha mostrato quanto talento e con quanta bravura e feeling stia guidando la Panigale conquistando il primo gradino del podio dopo una performance davvero incredibile! Dopo un piccolo duello nel primo giro Bautista è passato sotto la bandiera a scacchi con un distacco di ben quattro  secondi da Jonatan Rea. Il 6 volte Campione del Mondo dopo un piccolo trascurabile “disaccordo” con Rinaldi a causa del quale era passato al quarto posto, ha rimontato fino alla seconda posizione confermandola fino alla fine. Razgatlioglu si è dovuto accontentare di un terzo posto conquistato dopo un confronto con il pilota italiano del Team Aruba Racing che con qualche difficoltà e qualche errore si è portato a casa il quarto posto. Quinto posto per Lowes ma a ben dodici secondi dai primi. Sesto posto per Bassani e settimo per Baz. Ottavo Vierge e nono Gerloff che assieme a Lecuona (decimo), Mahias (undicesimo) , Laverty (dodicesimo), Oettl (tredicesimo) e Tamburini (quattordicesimo) hanno creato un bel gruppetto di piloti che si sono confrontati al meglio con tanti bei duelli annessi e connessi!

Nel Mondiale Supersport i protagonisti sono stati Aegerter ,  Baldassarri e Bulega che hanno movimentato il Campionato con due bellissime battaglie per il primo gradino del podio (Gara1 Baldassarri, Aegerter e Oncu / Gara2 Aegerter, Baldassarri e Bulega) e un’ottima performance di Oliver Bayliss alle prese con la sua prima esperienza che ha chiuso 21esimo e 19esimo dichiarandosi molto soddisfatto non solo del feeling con la moto ma anche del Team Barni Spark Racing – Ducati e dei miglioramenti nella sua performance sportiva.

WSBK Aragon gara WSS Bayliss

Foto di Silvia Borella – SG Agency

La classifica del Mondiale Superbike dopo questo primo fine settimane di gara vede in ordine Bautista, Rea e Razgatlioglu a pochissimi punti di distanza facendo presagire con il quarto posto di Rinaldi una stagione ricca di colpi di scena ma anche di grandi battaglie tra i quattro! Prossimo appuntamento ad Assen in Olanda il 22-23-24 Aprile 2022.