Moto3, GP Malesia: un altro squillo di Dalla Porta, 2° Garcia, 3° Masia

dalla porta

Il neo campione del mondo, Lorenzo Dalla Porta, cala il tris asiatico-australiano e conquista anche Sepang: niente da fare per Vietti, che ha concluso quinto

A inaugurare la penultima domenica di Gran Premi, come di consueto, ci ha pensato la Moto3. E come altrettanto ormai ha ben abituato a salire sul gradino più alto del podio, ancora una volta, a prevalere a Sepang ci ha pensato Lorenzo Dalla Porta. Come un autentico cannibale, nonostante l’assegnazione aritmetica del titolo della scorsa settimana in Australia, il pilota pratese cala il tris della trasferta asiatica e conquista anche la Malesia. Un ottimo modo di congedarsi dalla Moto2, dunque, dal momento che il prossimo anno, farà il salto di categoria con Italtrans. Una gara, in realtà, iniziata in salita e mutata grazie all’incidente accaduto al sesto giro che ha messo fuori corsa Gabriel Rodrigo, Tatsuki Suzuki e Antonio Lopez.

Grazie a questo, il pilota del team Leopard è riuscito a balzare in testa al gruppo, abbandonando la coda che lo aveva visto protagonista fino a quel momento. Da lì in poi, una gara in discesa gestita con serenità e autorevolezza. Pessima giornata ed epilogo, invece, per il suo principale contendente, Celestino Vietti, “penalizzato” a poche curve dalla fine, da una brusca entrata di Albert Arenas, che lo ha costretto a perdere metri importanti impossibili da recuperare fino al quinto posto finale. A salire sul podio con Dalla Porta, invece, sono stati Sergio Garcia e Jaime Masia, quest’ultimo bravo a risalire dall’ultimo posto in griglia dopo un problema tecnico.