MotoGP Austria, Rossi: «Senza errori, potevo al massimo arrivare quinto»

valentino rossi
@imagephotoagency

Gara negativa per Valentino Rossi che è arrivato settimo al Red Bull Ring senza mai davvero mostrarsi competitivo. Il bilancio nel mondiale diventa pesante, con 33 punti da recuperare su Marquez

Valentino Rossi non può essere soddisfatto della sua gara sul tracciato del Red Bull Ring dove ha chiuso settimo senza mai davvero lottare per la vittoria, il pilota della Yamaha è partito molto bene ma dopo pochi giri ha fatto un errore che gli ha fatto perdere molte posizioni. Tutti i centauri della casa dei tre diapason oggi hanno avuto delle difficoltà, mostrando di non riuscire a tenere il ritmo di Ducati e Honda: «Speravamo di andare meglio, è un vero peccato. Abbiamo sofferto tanto perché dopo 10 giri la gomma posteriore ha avuto un calo costringendomi a rallentare: in accelerazione ho avuto grossi problemi ed i due errori in frenata mi hanno penalizzato ma anche senza quelli non sarei potuto andare oltre al quinto posto».

Valentino è sicuro che la M1 abbia consumato in maniera eccessiva la gomma posteriore: «Il calo del pneumatico è troppo grande, abbiamo fatto il massimo per fare una moto che gestisse meglio le gomme ma non è bastato, il consumo è troppo rispetto a quello di Honda e Ducati, credo che loro abbiano lavorato meglio di noi con la centralina unica, adesso sono ai livelli di prima mentre noi siamo rimasti al palo. Sapevo che su questo tracciato ci sarebbero stati dei problemi ma non mi aspettavo che sarebbero stati così grandi» ha detto un visibilmente deluso Valentino Rossi che in vista di Silverstone dovrà tentare di risolvere la difficile situazione insieme alla Yamaha.