Connettiti con noi

MotoGP

MotoGP, Brad Binder: «Abbiamo trovato il punto di svolta»

Pubblicato

su

Brad Binder è già concentrato sulla nuova stagione di MotoGP. Alla sua nuova KTM chiede un po’ più di trazione

È ufficialmente partita anche la stagione di KTM che dopo la presentazione ufficiale delle nuove livree può concentrarsi definitivamente sui test di Sepang che ci saranno la prossima settimana.

Nel corso dell’evento, Brad Binder ha fatto un po’ di autocritica e spiegato quali sono secondo lui i suoi margini di miglioramento: «Penso che sia sempre un bene quando hai  una pausa perché ti dà il tempo di capire davvero dove hai bisogno di migliorare. Non solo per quel che riguarda la moto, ma anche sulla guida. Hai tempo per analizzare e capire le cose. Per me, come pilota, un’area in cui posso migliorare è cercare di mantenere le mie linee un po’ più strette. Penso che nel corso di un giro faccio troppi metri, non sono abbastanza stretto all’interno di molte curve. Ci sono molte cose da migliorare, ma questo è quello che mi viene in mente per prima cosa».

Quello che il sudafricano chiede alla nuova moto è: «Un po’ più di trazione, sarebbe fantastico. Penso che se perdessimo un po’ meno aderenza in uscita dalle curve ci aiuterebbe molto. I due punti chiave su cui vorrei lavorare sono la frenata e, quando si accelera, cercare di non perdere subito aderenza mantenendo un po’ più trazione anche nell’uscita di curva»