Connettiti con noi

MotoGP

MotoGP, KTM presenta la sua stagione

Pubblicato

su

Anche KTM ha inaugurato la stagione 2022, presentando i piloti della MotoGP e il nuovo team manager, Francesco Guidotti

La nuova stagione di MotoGP entra sempre più nel vivo: anche KTM ha svelato le nuove livree e presentato ufficialmente i quattro piloti che saranno in pista in classe regina, oltre al nuovo team manager Francesco Guidotti. Il manager toscano ha ben chiaro in mente quale deve essere la direzione del progetto che ha abbracciato dopo cinque anni: «È sempre importante fare meglio dell’anno precedente, e per fare meglio servono risultati più consistenti. Dobbiamo sviluppare la moto per rendere felici i piloti, per dare loro il giusto feeling e la fiducia per raggiungere questi risultati e loro devono mostrare il potenziale della moto e del progetto. Adesso hanno 2-3 anni di esperienza in questa categoria ora quindi forse è il momento giusto per usare questa esperienza, hanno già vinto qualche gara quindi hanno il potenziale. È incredibile quello che ha ottenuto KTM partendo da zero».

Sarà la sesta stagione in classe regina per la squadra di Mattighofen, che quest’anno schiera con le moto factory Brad Binder Miguel Oliveira e con le moto del team Tech3 i due rookie che nell’ultimo campionato di Moto2 si sono contesi il titolo fino alla fine, Remy Gardner e Raul Fernandez.

Molto soddisfatto dei risultati ottenuti, Pit Beirer ha fissato gli obiettivi per il prossimo anno: «Il 2021 è stata la stagione sportiva di maggior successo di sempre nel nostro gruppo. È incredibile quello che abbiamo fatto nell’ultimo anno: vincere il campionato del mondo Moto3 e il campionato del mondo Moto2 e finire 6° in MotoGP. È super motivante per il futuro. Quando inizi un progetto come questo in MotoGP, vuoi arrivare a vincere una gara. Dirlo sembra abbastanza semplice, ma farlo davvero è uno sforzo incredibile per tante persone. Ce l’abbiamo fatta. L’obiettivo per noi ora è essere costantemente presenti ogni fine settimana, entrare nella top five e lottare per il podio. So che sarà molto difficile perché anche le altre case hanno obiettivi ambiziosi ma ora siamo forti: abbiamo la squadra, la base, la moto e abbiamo i piloti».