MotoGP, cambia il regolamento?

Pare che Dorna vorrebbe permettere a Honda di schierare tre moto ufficiali nella stagione 2021, per dar modo a Marquez di recuperare

Da qualche giorno, da quando Marc Marquez è rientrato a casa dopo l’ennesimo intervento, si susseguono voci di una possibile modifica del regolamento Dorna, per permettere al Carboncito di rimettersi senza fretta e alla Honda di schierare due moto da inizio stagione anche se lo spagnolo non dovesse farcela.

Già dopo l’incontro tra Ezpeleta, i vertici di FIM e IRTA e i rappresentanti delle diverse case motociclistiche dello scorso 20 novembre, erano stati annunciati alcuni aggiustamenti regolamentari in vista della stagione 2021: vista l’interruzione delle Wild Card a causa della pandemia, tutti i presenti hanno concordato sulla loro reintroduzione per il prossimo anno. Inoltre si è discusso dei comportamenti dei piloti in regime di bandiera gialla e della velocità in pit-lane.

Ma la notizia di un’ulteriore modifica (che a bocce ferme, favorirebbe Honda e Marquez) sta attirando l’attenzione di molti appassionati e addetti ai lavori: considerato che Marquez non sa ancora quando potrà tornare in sella viste le complicazioni del suo infortunio, si parlerebbe di concedere a Honda di schierare tre moto ufficiali al via del campionato 2021, in modo da non perdere punti per la classifica costruttori e lasciare al pilota spagnolo tutto il tempo di recuperare.

Insomma: ancora una volta, la Dorna potrebbe trovare il modo di aggirare una sua stessa regola, per “preservare” uno dei piloti più amati dell’intero paddock. A conti fatti, si tratta solo di ipotesi, non confermate da nessun organo ufficiale, ma si tratta di un tema che fa riflettere: fino a che punto risulterebbe credibile un’organizzazione che fa delle regole ma le modifica in caso di necessità?