MotoGP, continua il matrimonio Dovizioso-Ducati

Nonostante una trattativa estenuante, si è finalmente giunti ad un accordo biennale tra Andrea Dovizioso e Ducati. L’annuncio ufficiale atteso a breve

Quando sei in sella ad un mostro a due ruote da oltre 260 cv, devi essere concentrato. Molto concentrato. Non devi avere distrazioni, devi fidarti ciecamente di chi ti ha passato la moto nel box. Devi essere certo che tutti lavorano per te e che ogni componente del team crede fermamente nelle tue possibilità. Non devi preoccuparti di cosa accadrà in futuro, non devono esserci fantasmi pronti a disturbarti. Finalmente Andrea Dovizioso dovrà pensare solo ed esclusivamente al presente, perché il futuro non rappresenta più un problema, e da oggi, quando salirà in moto, lo farà con la serenità di chi è consapevole di essere la punta di diamante di un progetto.

L’annuncio ufficiale dell’accordo tra Ducati e Dovizioso non è ancora stato diffuso, ma sembra si tratti di questione di ore. Simone Battistella, il manager del pilota di Forlì, è arrivato a Le Mans nella serata di ieri per definire, secondo quanto dichiarato dallo stesso pilota ai microfoni di Sky Sport, gli ultimi dettagli del contratto fino al 2020 che ormai è stato completamente accettato dalle parti. Dovizioso ha specificato di essere molto contento, di aver apprezzato che tutti in Ducati gli abbiano fatto sentire il proprio supporto. Questa è la migliore notizia che potesse essere diffusa, perché visti alcuni episodi del recente passato, sembrava plausibile ad un certo punto della trattativa che le due parti prendessero strade divergenti.

Sarebbe stata una grande sconfitta per tutti. Per Ducati che avrebbe perso il suo miglior interprete, come già accadde con Casey Stoner nel 2011. Per Dovizioso che avrebbe dovuto lasciare una moto con cui ha vinto tanto e potrà vincere ancora. E soprattutto avrebbero perso tutti gli appassionati di questo sport, perché in questo momento appare chiaro che l’unico reale contendente per Marc Marquez nella lotta per il titolo possa essere solo l’italiano in sella alla sua Ducati GP18. La Yamaha risalirà la china in futuro, la Suzuki potrebbe crescere e anche la KTM con Zarco potrebbe far parte del ristretto gruppo dei big. Ma allo stato attuale, Dovizioso e la Ducati si frappongono tra Marquez ed un dominio assoluto.

L’annuncio dell’accordo dovrebbe essere diffuso tra il GP di Le Mans e quello del Mugello. Probabilmente si attenderà la vigilia della tappa italiana per la comunicazione ufficiale. Il tempismo sarebbe perfetto per preparare un’altra magnifica gara sulle colline toscane, dove nel 2017 Dovi e la Ducati raccolsero il primo splendido successo stagionale.