MotoGP Ducati, Pirro: «Stoner? Non era il vero collaudatore»

Michele Pirro
Michele Pirro con i nuovi colori 2018 (© Ducati Press)

Michele Pirro, collaudatore della Ducati, ha parlato a Sky Sport della nuova moto e ha rivelato un particolare su Stoner

Lunedì ci sono stati i primi test in vista della stagione 2019 e oggi si replica. A differenza dell’anno scorso, la Ducati ha messo in pista il nuovo prototipo della Desmosedici. A rivelarlo a Sky Sport è il collaudatore, Michele Pirro: «L’anno scorso la moto non mi dava fiducia, quindi abbiamo fatto un altro tipo di lavoro. Quest’anno, invece, partendo dalle basi della moto 2018 ci saranno delle cose da esplorare, migliorative su alcuni aspetti».

Pirro si confronterà con Dovizioso e Petrucci, arrivato per sostituire Lorenzo, e dovrà formare un gruppo compatto, così come vuole Ducati. «Con Andrea ci vediamo anche fuori per fare motocross – ha sottolineato Pirro – Con Danilo, invece, iniziamo adesso ma ci siamo sempre confrontati. Dobbiamo rimanere uniti per provare a battere gli avversari che sono agguerriti. Dobbiamo fare forza sul made in Italy». In chiusura Pirro ha rivelato una curiosità su Stoner e sul suo ruolo da collaudatore: «Avrà fatto forse 40 giri a Sepang, è difficile definire il suo apporto. Non ha fatto lui il vero lavoro, ma altri».