MotoGP, Iannone positivo a un controllo antidoping: sospeso fino a data da destinarsi

Il pilota di Aprilia, Andrea Iannone, è risultato positivo a un controllo antidoping effettuato lo scorso 3 novembre a Sepang

Pochi minuti fa una notizia che ha del clamoroso, se corroborata dai fatti, ha sconvolto il panorama del Motomondiale: Andrea Iannone sarebbe risultato positivo a un controllo antidoping, nel quale si sarebbe riscontrata una quantità superiore rispetto ai limiti prestabiliti di una sostanza, non specificata ma proibita, nelle urine, collegabile alla categoria degli steroidi androgeni anabolizzanti. Per questo, come comunicato tramite un annuncio diramato questa mattina dalla FIM, Iannone sarà sospeso e non potrà prendere parte a nessun evento motociclistico.

Un fulmine a ciel sereno che ha la sua origine lo scorso novembre, quando a Sepang, si sarebbe sottoposto a questo tipo di controllo, poi spedito al laboratorio WADA di Kreischa bei Dresden, in Germania. Stamani sono arrivati i risultati. A partire da oggi, dunque, a Iannone sarà interdetta qualsiasi attività o gara fino a data da destinarsi, fino a quando, cioè, non ci sarà una nuova comunicazione, conseguente a nuovi e ancora più precisi esami.