Connettiti con noi

MotoGP

MotoGP, il punto sul mercato piloti

Pubblicato

su

A pochi giorni dall’inizio del campionato di MotoGP, tra rinnovi e contratti in scadenza, il punto sul mercato piloti

La stagione 2022 di MotoGP è definitivamente alle porte: mancano meno di dieci giorni allo start ufficiale e tiene ancora banco il tema mercato.

Sono solo quattro i piloti che hanno un contratto che non scadrà alla fine del 2022: Marc Marquez, che nel 2020 ha rinnovato – quasi a sorpresa – con Honda per quattro anni, Franco Morbidelli, legato a Yamaha fino al 2023, Brad Binder Pecco Bagnaia che hanno rinnovato con le rispettive squadre per le prossime tre stagioni (fino al 2024).

Gli occhi di tutti sono puntati sul campione del mondo in carica, Fabio Quartararo, che potrebbe lasciare Yamaha visti gli attriti sull’evoluzione della M1. Per la casa dei tre diapason resta possibile l’opzione Toprak Razgatlioglu che sarebbe disposto a lasciare la Superbike solo per una sella ufficiale.

In Ducati, rinnovo di Bagnaia a parte, sono molte le opzioni per il futuro: Jack Miller ha il contratto in scadenza, e il team ufficiale fa gola sia a Jorge Martin che a Johann Zarco. Da non sottovalutare nemmeno le ambizioni di Enea Bastianini e Luca Marini, tenuti sotto stretta osservazione dalla casa di Borgo Panigale.

In Suzuki, Alex Rins sembra essere in una situazione piuttosto precaria dopo l’unico podio dello scorso anno. Anche per quanto riguarda Joan Mir sono tante le voci che riguardano il futuro, nessuna davvero concreta al momento. E l’arrivo di Suppo potrebbe cambiare tante cose. In casa Honda sarà una stagione delicata sia per Pol Espargaro che per Taka Nakagami, che devono guadagnarsi il rinnovo in pista dopo una stagione sottotono.

Anche Miguel Oliveira non ha un futuro completamente sicuro in KTM. Il portoghese ha fatto quattro buone gare prima della pausa estiva, ma al rientro è stato assolutamente incostante, sia nei risultati che nelle prestazioni. Certo, l’infortunio ha giocato un ruolo determinante per diversi mesi, ma adesso la concorrenza dei nuovi arrivati Gardner Fernandez, ma anche Acosta, potrebbe essere spietata.