MotoGP, arriva la “Long Lap Penalty”: ecco in cosa consiste

È stata approvata una nuova sanzione per i piloti di MotoGP, denominata Long Lap Penalty, che prenderà il via in questa stagione

La Grand Prix Commission ha approvato, al termine degli ultimi test svolti in Qatar, una nuova sanzione per i piloti della MotoGP. La Long Lap Penalty, questo il suo nome, è entrata ufficialmente a far parte del regolamento sportivo e potrà essere applicata già a partire da questa stagione.

In che cosa consiste, però, la Long Lap Penalty? Sostanzialmente, in un percorso più lungo per chi sanzionato. Per ogni tracciato viene selezionata una delle vie di fuga in asfalto per creare una deviazione che allungherà il circuito quel tanto che basta da far perdere al pilota penalizzato alcuni secondi rispetto alla linea tradizionale. Chi subisce la sanzione da parte della Direzione Gara, ha quindi 3 giri di tempo per svolgere il percorso lungo, che gli costerà un tempo di ritardo compreso tra i due e i tre secondi nell’arco di quel giro.

La Long Lap Penalty è pensata come un’alternativa alla sanzione più rigida secondo la quale si debba cedere la posizione ad un avversario, quando quest’ultima non viene ritenuta sufficientemente equa, e può essere applicata ad esempio qualora il penalizzato dovesse avere un ampio vantaggio su chi lo segue.