MotoGP, Lorenzo rompe il silenzio: «Marquez è veloce, ma nel 2015…»

Jorge Lorenzo ha offerto la sua prima impressione pubblica sulla sua nuova esperienza in casa Honda, parlando anche di alcuni suoi colleghi

Dopo due anni di alti e bassi in sella alla Ducati, Jorge Lorenzo è pronto a ricominciare dalla Honda. Il contesto ripropone per il campione spagnolo una situazione già vissuta in passato, all’epoca dell’approdo in MotoGP come collega di Rossi. Anche in questo caso vestirà i panni di secondo pilota del team, visto il grande rendimento di Marc Marquez negli ultimi anni. Lorenzo, però, non teme il confronto ed è pronto a dimostrare tutto il suo valore.

Ecco le sue dichiarazioni, relative all’inizio di questa nuova avventura in HRC: «Più o meno mi trovo nella stessa situazione in cui mi trovai quando arrivai in Yamaha con Valentino, lì sono stato bravo e fortunato a vincere. Ho molte cose da imparare da Marc, perché questo sarà il suo settimo anno in squadra, quindi ha molta più esperienza di me. Ma sono sicuro che imparerà anche lui qualcosa da me, anche se forse meno. Siamo due campioni e due piloti molto veloci. Marquez è stato il più rapido negli ultimi anni, ma gli ho portato via il titolo 2015, sono stato l’unico capace di interrompere la sua striscia».

Lo spagnolo ha avuto qualcosa da dire anche per due colleghi d’eccezione: «Devo dare il massimo per conquistare il mio 6° titolo. Valentino è un pilota davvero impressionante. La prestazione che ha fatto a Sepang, quei 15 giri così costanti a quelle temperature, mi ha scioccato. Conosco Dani da quando avevamo 12 anni, lui è poco più grande di me. Quando ci siamo incontrati in una Coppa di Spagna già tutti parlavano di lui. Ci siamo ritrovati in 250 e abbiamo avuto degli scontri. Siamo stati nemici sportivi sino al 2012, poi le cose sono migliorate. Abbiamo perso un grande pilota, un campione».