MotoGP, Marquez al veleno con Rossi: «Non ho capito che cosa volesse fare»

Marc Marquez ha commentato l’incomprensione in pista con Valentino Rossi durante i secondi finali delle qualifiche di Misano

Nei minuti finali dell’ultimo giro delle qualifiche, durante il Gran Premio di Misano, Valentino Rossi e Marc Marquez sono stati, rispettivamente, vittima e artefice di un’incomprensione che ha generato molte polemiche. Durante un incrocio pericoloso, lo spagnolo supera il pesarese, va oltre la linea verde, si rimette in traiettoria e viene sfiorato da Rossi. Ostacolatisi a vicenda, i due riescono a rimanere in sella alla propria moto senza cadere. Queste le critiche parole di Marquez al termine della sessione: «Non ho capito quale fosse la reale intenzione di Rossi ma per me è stato importante non cadere. Non mi sono arrabbiato ma io non lotto in qualifica: qualche altro pilota che non può lottare per il Mondiale cerca questo».

Il Campione del Mondo in carica si è poi soffermato a spiegare la dinamica di quanto accaduto: «Sono partito da solo ai box ma quando sono arrivato sul rettilineo Rossi stava temporeggiando. Poi abbiamo iniziato a spingere e lui uscendo da curva 6 penso abbia toccato il verde fuori dal cordolo. Così ho continuato a spingere e l’ho superato ma in curva 14 è entrato dritto e forte, non ho capito cosa volesse fare». Mal interpretato anche il gesto della mano rivolto a Rossi: «Il mio gesto con la mano non è stato chiedere scusa ma era per chiedere esattamente cosa stesse facendo».