MotoGP, in Pramac Racing danno i voti a Petrucci e Redding

petrucci redding
@imagephotoagency

Il team Pramac Racing è impegnato nel secondo dei due giorni di test privati sul circuito di Misano. I capotecnici Romagnoli e Pupulin analizzano le prestazioni dei due rider

Danilo Petrucci sta portando avanti lo sviluppo della sua Ducati Desmosedici GP e sta lavorando sul feeling in vista delle prossime gare. Scott Redding e il suo team si sono concentrati sulle prestazioni per arrivare con fiducia alla ripresa della stagione prevista per l’inizio di agosto in Repubblica Ceca sul circuito di Brno ma soprattutto in ottica del Gran Premio di San Marino e della Riviera di Rimini in programma a settembre. Con la stagione che ha chiuso la prima metà del calendario al Sachsenring, i test privati di Misano sono anche l’occasione per un bilancio in Pramac. Daniele Romagnoli e Cristhian Pupulin, rispettivamente capotecnici di Danilo Petrucci e Scott Redding, danno un voto alla prima parte di stagione e parlano delle prospettive per il futuro.

Daniele Romagnoli ha parlato di Petrucci«La prima parte di stagione è andata bene, oltre le aspettative che ci eravamo prefissi. Il podio del Mugello è stata una grande svolta e ci ha dato una grande soddisfazione. Abbiamo fatto bene anche ad Assen ed in qualifica a Barcellona e in Germania per questo il voto che darei a questa prima parte di stagione è 8. Il podio del Mugello è stato un risultato straordinario anche perché ottenuto con un pilota italiano. Ma avremmo potuto fare anche qualcosa in più. Ci proveremo nella seconda parte».

Romagnoli ha poi parlato delle prospettive per la stagione: «Il nostro obiettivo è quello di consolidare ciò che siamo riusciti ad ottenere fino adesso. Siamo soddisfatti, abbiamo trovato un buon bilanciamento e un buon set up e la moto sta rispondendo bene. Siamo migliorati come squadra, come moto e Danilo ha fatto dei grandi passi in avanti. Adesso dobbiamo cercare di confermarci cercando di migliorare qualcosa. Puntiamo ancora ad arrivare sul podio, a fare delle prime file, una pole position. Ma ovviamente il sogno sarebbe quello di ottenere una vittoria».

Cristhian Pupulin ha parlato invece delle prestazioni di Scott Redding«Il voto che potrei dare a questa metà della stagione è 5,5. Abbiamo ottenuto ottimi risultati nelle prove libere, siamo riusciti ad andare forte e abbiamo fatto buone prestazioni. Purtroppo non siamo mai riusciti a concretizzare il risultato in gara per una serie di motivi. Abbiamo sofferto sulla distanza gara non riuscendo a ottenere il miglior feeling che avrebbe potuto aiutare Scott a fare passi in avanti importanti. E qualche erroretto in gara forse lo ha penalizzato, perciò al momento non abbiamo ottenuto il risultato che in realtà ci meritiamo per le potenzialità che abbiamo. Per adesso il bilancio è leggermente negativo. L’obiettivo della seconda parte della stagione è quello di fare un passo avanti sulle prestazioni ma soprattutto sulla costanza di rendimento. Dobbiamo fare assolutamente qualcosa per arrivare ad un voto più alto nel finale di stagione. Mi piacerebbe chiudere con un 7».