MotoGP, Livio Suppo: «La Ducati è competitiva, il problema è Lorenzo»

Livio Suppo
@Honda ProRacing

Livio Suppo ha analizzato il Mondiale MotoGP che vede Marc Marquez in testa, senza dimenticare di esprimere la sua anche sulle prestazioni di Jorge Lorenzo

Il team principal HRC Livio Suppo ha parlato dei prossimi test a Brno dove la Honda lavorerà sul telaio dato che ancora la moto giapponese ha dei punti deboli da sistemare per puntare al titolo mondiale, Marc Marquez sta guidando sopra i problemi ma nonostante questo uno step in più potrà far bene sia a lui che a Dani Pedrosa e Cal Crutchlow: «Non è semplice lavorare con queste gomme, ne guadagna lo spettacolo ma per noi trovare il giusto bilanciamento è difficile, credo comunque che la Honda possa essere competitiva su ogni pista e noi continueremo ad evolverla per riuscire a fare la differenza fino alla fine della stagione».

Suppo oltre ad aver espresso la sua soddisfazione per il primo posto in classifica di Marquez si è detto anche colpito dai risultati di Johann Zarco: «Non capisco perché fosse tenuto così poco in considerazione avendo vinto due titoli in Moto2, sapevo che era un talento anche se forse ha fatto ancora di più di quanto ci si potesse aspettare». Dopo le lodi sono arrivate le critiche nei confronti del pilota più deludente secondo Suppo, ovvero Jorge Lorenzo: «Dovizioso, Petrucci e anche Bautista in certe gare hanno mostrato il potenziale della Ducati mentre Lorenzo non riesce ancora a migliorare. Non è una situazione simile a quando c’era Valentino Rossi, in quel momento la moto aveva molti problemi».