MotoGP, Quartararo strizza l’occhio al Mugello: “Lì grandi emozioni”

Fabio Quartararo, detto 'El Diablo'

Fabio Quartararo, pilota della Yamaha Petronas, durante un’intervista ha voluto parlare della mancanza nel calendario, nel Mondiale 2020, del Mugello

Come è, ormai, risaputo non ci sarà il Gran Premio d’Italia al Mugello nel Mondiale ridotto che partirà il 19 luglio e che terrà compagnia agli appassionati fino al mese di novembre. Uno dei piloti più in voga nell’ultima stagione, Fabio Quartararo, ha voluto dire la sua sull’assenza e, soprattutto, lanciare un attestato di stima verso il circuito italiano, a sua detta unico.

Il pilota della Yamaha Petronas Fabio Quartararo, in un’intervista ai colleghi francesi di paddock-gp.com, ha voluto parlare dell‘esclusione del Mugello dal calendario del Mondiale 2020: “In nessun altro posto provi la sensazione di velocità che provi al Mugello. Stai viaggiando a 350 orari e non puoi vedere la prima curva. La pista sale e scende sulla collina, la ruota anteriore decolla e tu devi frenare. E’ una delle emozioni più grandi che si possano provare in MotoGP”.