MotoGP, Rins a Zolder: «È stata una grande esperienza guidare con i fan»

In Belgio il pilota spagnolo ha avuto l’occasione di guidare con i propri fan in pista guidando una GSXR da strada insieme alla leggenda Kevin Schwantz

Il pilota MotoGP della Suzuki Alex Rins è stato partecipe di una bella iniziativa a Zolder in Belgio, appuntamento creato dalla casa nipponica. Alex ha guidato in pista una GSXR da strada insieme ad un mito della Suzuki come Kevin Schwantz. Il 22enne è reduce dalla sua più entusiasmante performance da quando corre nella classe regina, per via di un sublime secondo posto ottenuto ad Assen, dopo tanti corpi a corpi con i migliori piloti del mondiale. Certamente, da ora in poi inizierà un nuovo campionato per lui.

Questi piazzamenti a sorpresa quanto meritati, influiscono nella psiche del motociclista in questione, portando una nuova carica e un maggiore consapevolezza nella guida fluida e del proprio valore. Inoltre, non bisogna sottovalutare il fatto che il pilota nativo di Barcellona più volte è stato più performante del ben più noto compagno di team Andrea Iannone, dimostrando subito una buona confidenza con la moto che ormai guida di già da un anno e mezzo. Anche per questo, la casa giapponese ha deciso di puntare su di lui per il prossimo anno, e non su the Maniac, che paga il difficile rapporto con la leggenda influente Schwantz e il clima teso con i vertici di Hamamatsu.

Ecco le parole di Alex dopo l’appuntamento belga organizzato dalla casa nipponica in cui si è cimentato: È stata una grande esperienza per me guidare con tutti quei fan. Condividiamo la stessa passione per le moto sportive fornite dalla Suzuki ed è sempre bello incontrare centauri che guidano il modello derivato dalla nostra moto GSX-RR MotoGP. Mi interessano molto questi tipi di eventi, davvero. Spero davvero che, anno dopo anno, partecipino sempre più fan, in modo da poter realizzare un tutt’uno e una grande festa con tutti i tifosi Suzuki».