Motor Bike Expo 2020 a Verona, cuore pulsante del panorama motociclistico internazionale

foto di Silvia Borella - SG Agency

Il Motor Bike Expo 2020 a Verona di questo fine settimana è stata una Fiera strabiliante e di successo dedicata al mondo delle moto personalizzate

Con i suoi oltre 170.000 visitatori, 700 espositori e 100000mq di area espositiva si conferma cuore pulsante del panorama motociclistico Internazionale. I più grandi brand del mercato delle due ruote che spaziano dalle Special allo Sport coinvolgendo alche il mondo dell’Off-Road e del Turismo si sono dati appuntamento a Verona per uno spettacolo senza precedenti.

Ciò che più ha colpito è la presenza di Case che solitamente sono associate più alla velocità, allo sport che al custom nonché la presenza di tutte le più conosciute. Non solo, quindi, micro artigiani artisti di settore ma anche macro aziende che del custom e dell’heritage non hanno a che fare. Ebbene sì perché quest’anno oltre a queste due categorie si sono trattate le cafè racer, le racing/sport, il Touring, l’off-road, gli scooter e l’usato. Dall’abbigliamento, al mezzo, agli accessori non solo tecnici ma anche glamour c’era proprio tutto!

Spettacoli con gli stunt man nell’area esterna hanno allietato la giornata dei visitatori che hanno potuto ammirare e vedere centinaia di stand senza farsi mancare nulla!

Domenica il Team Puccetti ha presentato il nuovo Team per il Mondiale Superbike, numerosi i piloti accorsi e gli eventi celebrativi l’arte della personalizzazione e gli artisti stessi durante la 4 giorni.

Molti anche i personaggi famosi non del settore che si sono recati in visita tra cui il pluricampione Olimpico Aldo Montano, rimasto affascinato e travolto dalla straordinaria arte di personalizzazione e creazione di pezzi unici al Mondo di Ms Artrix, azienda artigiana di Aosta fondata da Massimo Gullone e Salvatore Cosentino che, grazie all’altissima qualità e cura dei dettagli che mettono in ogni moto, riescono a resistere in un Mondo, quello delle customizzazioni di pezzi unici, che attraversa un momento economico difficile.

Complimenti, quindi, a MBE e ai suoi organizzatori tra cui Paola Somma e Francesco Agnoletto che stanno facendo un ottimo lavoro e portando VeronaFiere ad essere un realtà ormai consolidata e di livello alto per il mondo delle due ruote a 360°!