MXGP, Cairoli: «Buon weekend ma sarebbe stato di nuovo possibile vincere»

cairoli

Giornata agrodolce quella di Tony Cairoli a Kegums: nono nella prima manche, nella seconda parte bene e risorge con un secondo posto

Dopo l’exploit del secondo Round a Kegums, Tony Cairoli non è stato in grado di mantenere le speranze di una complicata ma sempre possibile scalata al titolo. Sul circuito “Zelta Zirgs”, nel quinto appuntamento stagionale, il siciliano ha patito la caduta nella prima manche: costretto a partire dall’ultimo posto, il fuoriclasse KTM è faticosamente approdato al nono posto. La seconda manche è andata decisamente meglio: partito bene, ha chiuso al secondo posto in Gara-2. Purtroppo, il leader di classifica, Jeffrey Herlings, non ha mollato praticamente un centimetro ed è sempre più distanziato dai suoi inseguitori. Cairoli è così terzo in classifica (a pari merito con Jasikonis): il primo posto è ancora possibile, ma vista la forma smagliante dell’olandese e di Tim Gajser la situazione diventa sempre più complicata.

«Nel complesso, devo ammettere che è stato altro buon weekend ma sento che sarebbe stato di nuovo possibile vincere. Purtroppo ho pagato l’errore e la caduta all’inizio della prima manche perché ho dovuto rimontare da lontano e ho potuto ottenere solo un nono posto. La seconda manche è andata meglio anche se non stavo guidando molto fluido perché ho sbattuto la schiena in un atterraggio verso la fine della prima manche. Ho cercato di stare il più vicino possibile alla testa della gara e ho provato a prendere Jeffrey ma ero un po’ stanco dalla prima manche. Vediamo cosa potremo fare quando gareggeremo di nuovo».

Dopo cinque giornate, in MXGP la situazione di classifica recita: 1. Herlings punti 213; 2. Gajser 167; 3. Jasikonis 163; 4. Cairoli 163; 5. Coldenhoff 146; 6. Seewer 134; 7. Desalle 131; 8. Paulin 129; 9. Prado 120; 10. Febrve 104