SBK Laguna Seca, Davies vince in memoria di Nicky Hayden

SBK LAGUNA
@DUCATI

Chaz Davies dissipa ogni dubbio sulla sua condizione fisica vincendo Gara1 a Laguna Seca, rendendo omaggio nel giro d’onore a Nicky Hayden

Chaz Davies vince Gara1 a Laguna Seca impartendo lezioni di guida al Cavatappi. Il pilota della Ducati ha condotto una manche semplicemente perfetta, aspettando il momento giusto per affondare il colpo e andando a conquistare la terza vittoria personale sul tracciato californiano. Davies è passato dai dubbi sulla condizione fisica alla vigilia della gara alla soddisfazione di centrare il quarto centro stagionale. Dopo aver tagliato il traguardo, Davies si è reso anche protagonista di un episodio che ha commosso tutti gli appassionati, fermandosi a raccogliere una bandiera dedicata a Nicky Hayden. Un gesto dovuto, sul tracciato che più di ogni altro rappresenta il legame con il motorsport per lo sfortunato pilota americano, come ha sottolineato anche suo fratello Tommy durante una cerimonia prima della gara, organizzata in onore di Nicky. Un altro elemento che renderà iconica l’immagine di Davies che compie il giro d’onore impugnando la bandiera di Hayden, è la bellissima livrea della Panigale, una one shot dedicata al tricolore. Ducati ha presentato a Laguna Seca l’attesissima Panigale Final Edition che ha questa magnifica livrea tutta dedicata all’Italia, e la squadra Aruba ne ha replicato i tratti distintivi sulla moto di Davies e Melandri. Questa scelta ha decisamente portato fortuna.

Tornando alla cronaca di gara, detto della magnifica vittoria di Davies conquistata con un sorpasso semplicemente perfetto al Cavatappi ai danni di Sykes, l’unico elemento di tensione della gara è stato il tentativo strenuo di Jonathan Rea di resistere alla fuga del pilota Ducati. Il candidato alla conquista del terzo titolo consecutivo SBK ha cercato in tutti i modi di arginare la superiorità del pacchetto Davies-Panigale in California, ma non è stato in grado di tenere il ritmo nelle fasi finali e si è dovuto accontentare di una piazza d’onore che brucia. Il mondiale è sempre più vicino, con solo 5 punti lasciati a Davies, ma la fame di vittoria di Rea è evidente e siamo certi che da qui a fine stagione il pilota della Kawasaki offrirà spettacolo, lasciando da parte la matematica.

Di nuovo battuti dai rispettivi compagni Sykes e Melandri, in questo ordine al traguardo alle spalle del duo Davies-Rea. Tom Sykes stava conducendo la gara in modo autorevole, quando il sorpasso di Davies l’ha portato ad allargare la traiettoria, costringendolo a cedere anche a Rea in pochi metri. Marco Melandri invece non aveva il ritmo per stare con i primi della classe oggi, e dovrà lavorare assieme alla squadra per migliorare la moto in vista di gara2. Diciassette secondi di distacco per il vincitore di Gara2 a Misano non sono accettabili.

In top five finisce anche il sempre concreto Xavi Fores, che precede Leon Camier, tradizionalmente molto veloce con la MV F4 sul tracciato americano. Settimo Jordi Torres, che regala un sorriso a Genesio Bevilacqua, che precede la R1 di Van Der Mark. La gara della Yamaha è stata senza dubbio un mezzo disastro, con Lowes caduto verso metà gara e l’olandese in difficoltà ed in lotta per la top ten. La stagione della Casa di Iwata in SBK continua tra mille difficoltà e prestazioni lontane dalle attese.

Ha masticato amaro anche l’Aprilia, che ha perso Laverty mentre lottava per il quinto posto dopo una qualifica splendida, e si deve accontentare di chiudere la top ten con Mercado e Savadori. Questa moto nel 2014 vinse con Marco Melandri a Laguna Seca, e la Casa di Noale deve assolutamente trovare la strada per farle esprimere il proprio potenziale al 100%, cosa che al momento non sembra accadere. Anche la Honda raccoglie l’ennesima delusione, con Bradl che su questa pista ha conquistato un secondo posto in MotoGP alle spalle di Marquez, e in gara 1 non è andato oltre l’undicesimo posto.

Dopo la prima manche in California, la classifica del campionato non cambia volto. Jonathan Rea conduce dall’alto dei suoi 316 punti, davanti al compagno Sykes a 262. Terzo Chaz Davies, che grazie alla vittoria in gara1 sale a 210, mentre Marco Melandri è quarto a 176. Quinto e sesto in classifica il duo Yamaha formato da Lowes a 141 e Van Der Mark a 123.

Questa la classifica di Gara1 SBK a Laguna Seca:
1 C. DAVIES GBR Aruba.it Racing – Ducati Ducati Panigale R 25
2 J. REA GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10RR 25 1.202
3 T. SYKES GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10RR 25 5.798
4 M. MELANDRI ITA Aruba.it Racing – Ducati Ducati Panigale R 25 17.574
5 X. FORÉS ESP BARNI Racing Team Ducati Panigale R 25 21.159
6 L. CAMIER GBR MV Agusta Reparto Corse MV Agusta 1000 F4 25 23.016
7 J. TORRES ESP Althea BMW Racing Team BMW S 1000 RR 25 31.986
8 M. VAN DER MARK NED Pata Yamaha Official WorldSBK Team Yamaha YZF R1 25 32.933
9 L. MERCADO ARG IODARacing Aprilia RSV4 RF 25 35.936
10 L. SAVADORI ITA Milwaukee Aprilia Aprilia RSV4 RF 25 36.912
11 S. BRADL GER Red Bull Honda World Superbike Team Honda CBR1000RR 25 44.961
12 R. RAMOS ESP Team Kawasaki Go Eleven Kawasaki ZX-10RR 25 45.203
13 R. DE ROSA ITA Althea BMW Racing Team BMW S 1000 RR 25 45.901
14 A. DE ANGELIS RSM Pedercini Racing SC-Project Kawasaki ZX-10RR 25 46.043
15 J. GAGNE USA Red Bull Honda World Superbike Team Honda CBR1000RR 25 46.805
16 A. BADOVINI ITA Grillini Racing Team Kawasaki ZX-10RR 25 54.463
17 R. KRUMMENACHER SUI Kawasaki Puccetti Racing Kawasaki ZX-10RR 25 56.989
18 J. SMRZ CZE Guandalini Racing Yamaha YZF R1 25 1’06.108 1’26.090 238,7
19 O. JEZEK CZE Grillini Racing Team Kawasaki ZX-10RR 25 1’11.766