SBK, Portimao, Rea conferma la sua dote di “Cannibale” e porta a casa Gara1

Il Campione del Mondo Jonathan Rea domina Gara1 a Portimao e approfitta della crisi di Scott Redding per avvicinarsi alla vetta. Benissimo Rinaldi, male Melandri

Come ci si poteva immaginare, dopo il passo falso di Jerez, il Campione del Mondo Jonathan Rea è tornato a dominare la scena del Mondiale Superbike. Dopo aver conquistato la pole in mattinata, il pilota nordirlandese ha messo a segno il decimo successo su undici sul circuito portoghese di Portimao, conquistando Gara1. Un vero e proprio Cannibale, insomma. Complice la prestazione sottotono di Scott Redding, che non va oltre la settima posizione, Rea torna pericolosamente a minacciare la leadership del ducatista, dopo sole due gare. La distanza tra i due si è ormai assottigliata sempre più, al punto che il margine si è ridotto a soli 8 punti, facilmente rimontabili già domani in Gara2.

Dietro di lui, sul podio, due Yamaha ufficiali: Toprak Razgatlioglu davanti a Michael van der Mark. Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) partito dalla terza casella, ha chiuso ai piedi del podio, al termine di una bellissima sfida che lo ha visto protagonista per lunghi tratti con Loris Baz (Ten Kate Racing Yamaha), Scott Redding (ARUBA.IT Racing – Ducati) e, nelle fasi finali, con van der Mark. Delusione, dunque, per il ducatista, partito bene, ma poi frenato dalle gomme. Da segnalare l’ottima prestazione di Michael Rinaldi che con la Ducati satellite della Go Eleven è stato in grado di guadagnarsi un meritatissimo quinto posto. Ancora delusione, dopo le qualifiche, per Chaz Davies affondato in 11° posizione a oltre 22 secondi dalla vetta. Amarezza, dopo le buone prestazioni di Jerez, infine, anche per Marco Melandri, finito 17°.