SBK, Redding ci crede e avvisa Rea: «A Estoril può succedere di tutto»

Foto di Team Ducati Aruba Racing

La vittoria di Redding in Gara-2 gli permetterà di arrivare all’Estoril ancora aritmeticamente in lotta per il Mondiale: Rea è avvisato

La vittoria di Scott Redding in Gara-2 a Magny Cours, unita al quarto posto di Jonathan Rea, ha impedito al nordirlandese di festeggiare il sesto titolo consecutivo e ha dato ancora un briciolo di speranza all’inglese: «Sono felice per questa vittoria, in queste condizioni. È stato un fine settimana difficile per me e sono arrivato in gara amareggiato per il sorpasso di van der Mark all’ultimo giro. È stata una mossa abbastanza corretta, un po’ sporca, ma mi ha fatto arrabbiare, però mi ha dato la giusta carica per l’ultima gara». Sorpasso arrivato in Superpole Race che sembrava aver minato la sicurezza e la speranza del pilota.

Invece, è stata la molla che gli ha permesso, in Gara-2, di mettere in pista tutto l’orgoglio possibile per impedire che il Mondiale potesse finire con una gara di anticipo: « Volevo dimostrare di potercela fare. Se ci fosse stata la pioggia sarebbe stato diverso, ma mi sentivo bene in queste condizioni e dovevo massimizzare i punti. Sono riuscito a rosicchiargli qualche punto in vista del finale all’Estoril. Tutto può succedere nell’ultima gara della stagione. Portare la battaglia su un’altra pista, dove ho già corso, potrebbe magari metterci nella condizione di vincere 3 gare. Jonathan potrebbe avere un problema e ritrovarsi in una posizione dove deve lottare un po’ di più». La speranza è, dunque, ancora una volta, l’ultima a morire.