Test Superbike di Misano 24-25 Giugno 2020: Redding il migliore!

Foto di worldsbk.com

Test Superbike di Misano 24-25 Giugno 2020:

Redding il migliore!

 

Il 24 e 25 giugno Il Campionato del Mondo MOTUL FIM Superbike è tornato in pista sulla Riviera romagnola al Misano World Circuit “Marco Simoncelli”. Per molti piloti si è trattato del primo ritorno in azione dopo diversi mesi. La temperatura dell’aria è rimasta intorno ai 30 gradi e quella dell’asfalto ha raggiunto quasi i 50. Protagonisti assoluti i piloti ufficiali del Ducati Aruba Racing Team.

Giornata in chiaroscuro, invece, per il Kawasaki Racing Team WorldSBK: Jonathan Rea è stato vittima di una bruttissima caduta alla curva 11, il cambio di direzione a sinistra all’altezza del Curvone. ll nordirlandese non ha riportato conseguenze anche se lo stesso non si può dire per la sua Kawasaki ZX-10RR. Il 33enne è tornato in sella e ha chiuso al terzo posto mentre il leader del Campionato e suo compagno di box Alex Lowes ha messo a segno il quarto tempo. KRT è stata la prima squadra a prendere la via della pista e dopo la conferma dei suoi due attuali piloti anche per il 2021 ora può concentrarsi unicamente sul lavoro da svolgere.

Sul circuito romagnolo hanno girato anche i piloti Indipendenti, tutti facenti parte di formazioni Ducati. Michael Ruben Rinaldi (Team Goeleven) ha il secondo crono con 1’34.043 ed è stato quindi molto più veloce rispetto a quanto fatto l’anno scorso nella Tissot Superpole. Il principale obiettivo del pilota di Rimini è stato quello di lavorare su un buon passo gara, un fattore con cui dovrà prendere confidenza per arrivare pronto a fine luglio a Jerez dove è in programma la ripresa del mondiale.

Sesto posto in classifica per il pilota del Team Motocorsa Racing Leandro ‘Tati’ Mercado. La stella argentina era tornata in azione proprio a Misano poco prima di questo test e oggi ha lavorato con particolare attenzione sulla frizione e sulle sospensioni. Dopo un’attesa durata quasi cinque mesi si è rivisto anche Leon Camier (Barni Racing Team): il 33enne in sella alla Ducati Panigale V4 R ha chiuso con il settimo tempo. Sylvain Barrier (Brixx Performance) sta continuando a prendere confidenza con la Ducati Panigale V4 R e ha l’ottavo crono.

Ecco i primi sei al termine della prima giornata (tutti i tempi sono NON UFFICIALI)

1.)  Scott Redding (ARUBA.IT Racing – Ducati) 1’33.957
2.)  Michael Ruben Rinaldi (Team Goeleven) 1’34.043

3.)  Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) 1’34.381

4.)  Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) 1’34.745

5.)  Chaz Davies (ARUBA.IT Racing – Ducati) 1’34.900

6.)  Leandro Mercado (Motocorsa Racing) 1’35.183

Per la seconda giornata In testa alla classifica dei tempi non ufficiali troviamo ancora una volta Scott Redding (ARUBA.IT Racing – Ducati). Questa è stata l’ultima possibilità per diversi piloti e squadre di prepararsi in vista della ripresa della stagione mentre non è voluto mancare nemmeno il campione del mondo 2010 e 2012 Max Biaggi in sella a una Aprilia RSV4-RR.

Il crono di 1’33.067 fatto segnare da Redding gli consegna il primo posto nella classifica dei tempi; ha girato quasi un secondo più veloce di quanto fatto ieri e ha battuto anche il record sul giro messo a segno in qualifica a Misano nel 2018 da Tom Sykes (BMW Motorrad WorldSBK Team). Il suo compagno di squadra in Ducati Chaz Davies con 1’34.054 è quinto a quasi un secondo di distacco dall’inglese.

Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) in sella alla sua Kawasaki ZX-10RR è stato il secondo più veloce in pista dopo che ieri era finito a terra. Oggi il suo miglior crono è stato un 1’33.206. Il leader della classifica piloti Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) ha il quarto tempo mentre tra le due Kawasaki si inserisce il romagnolo Michael Ruben Rinaldi (Team GoEleven).

Leandro ‘Tati’ Mercado (Motocorsa Racing) ha lavorato in ottica gara ed è sesto. L’argentino si è concentrato anche in vista delle prossime Tissot Superpole Race. Ieri la sua squadra ha svolto un grande lavoro sulla frizione e sulle sospensioni. Anche oggi si sono dedicati ai dettagli di quest’ultimo aspetto senza trascurare però anche alcune nuove componenti per quanto riguarda il motore.

Sylvain Barrier (Brixx Performance) ha girato per la prima volta a Misano dal 2014 e lo ha fatto in sella alla Ducati Panigale V4 R. Nel corso della mattinata è stato vittima di una caduta alla curva 3, il cambio di direzione verso destra alla Variante del Parco, dove è finito a terra a bassa velocità. Il team ha così perso parte del turno ma il pilota francese è riuscito comunque a far segnare il settimo tempo più veloce. Dopo essere tornato in azione ieri, anche oggi si è rivisto in pista Leon Camier (Barni Racing Team) che ha chiuso con il miglior tempo personale di 1’36.759.

I primi sei al termine della seconda giornata (tutti i tempi sono NON UFFICIALI)

1) Scott Redding (ARUBA.IT Racing – Ducati) 1’33.067

2) Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK) 1’33.206

3) Michael Ruben Rinaldi (Team GoEleven) 1’33.560

4) Alex Lowes (Kawasaki Racing Team WorldSBK) 1’33.694

5) Chaz Davies (ARUBA.IT Racing – Ducati) 1’33.854

6) Leandro Mercado (Motocorsa Racing) 1’34.859

Adesso non resta che aspettare la seconda gara a Jerez tra un mese!