Il rinvio della “24 ore di Le Mans” mette a rischio il Bol d’Or

Con il rinvio della 24h di Le Mans, si apre l’interrogativo relativo alla vicinanza con il Bol d’Or di Le Castellet, entrambi in programma a settembre

Tra le tante competizioni annullate e saltate, è notizia di qualche giorno fa lo slittamento della celebre “24 ore di Le Mans“. La competizione motociclistica sarebbe dovuta andare in scena i prossimi 18-19 aprile, ma l’emergenza Coronavirus ha “imposto” alla FIM, “caldamente consigliata” dal Ministero della Sanità francese, di rinviare l’evento a settembre e, precisamente, il 5 e 6, diventando così l’appuntamento conclusivo della stagione EWC. Questa scelta, però, apre un altro interrogativo, dal momento che quindici giorni dopo sarebbe in programma il Bol d’Or sul circuito di Le Castellet, il primo appuntamento della nuova stagione.

Un doppio appuntamento un po’ troppo ravvicinato che andrebbe a creare non poche problematiche a livello logistico, nonostante entrambe le competizioni si svolgano in Francia. Un dispendio di risorse ed energie, in così poco tempo, straordinario, dunque. Si è ipotizzato di spostare l’evento ad aprile 2021 – invertendo così le date dei due eventi – oppure di farlo slittare di qualche settimana, ma soltanto recentemente la Larivière Organisation, organizzatore del Bol d’Or, ha ribadito la conferma della data di settembre. Come ormai siamo stati abituati, ogni dichiarazione potrebbe essere smentita nel giro di qualche ora o giorno, quindi non resta che attendere ulteriori novità.