F1, Horner è chiaro: «Red Bull non sta sacrificando il 2022 per vincere ora»

Christian Horner, team principal della Red Bull

Christian Horner, team principal della Red Bull, ha voluto mettere in chiaro le cose per quanto riguarda il mondiale 2022

La Red Bull è sicuramente la scuderia del momento. Le cinque vittorie di fila, Monaco, Baku, Francia e la doppietta in Austria compresa quella dell’ultima weekend, certificano il lavoro fatto dalla scuderia quest’anno.

I risultati parlano chiaro. Verstappen è il leader del mondiale piloti a +32 punti su Hamilton, mentre il mondiale costruttori è guidato dalla Red Bull, che ha 44 punti di vantaggio sulla Mercedes, grazie soprattutto alle 3 vittorie in più.

Horner, team principal del team, ha voluto specificare quanto il lavoro fatto sia anche in ottica 2022: «Bisogna lavorare settimana per settimana, gara per gara e penso che il team stia facendo un ottimo lavoro per bilanciare le sfide di quest’anno e del 2022».

«Non è una novità. Stiamo facendo tanto al momento, ma abbiamo avuto grandi cambiamenti regolamentari a livello tecnico in passato, quindi devi solo bilanciare le tue risorse e applicarle a ciò di cui hai più bisogno – ha proseguito Horner -. Penso che il team stia lavorando incredibilmente duro, estremamente bene e in modo molto efficace»