MotoGP, Zarco parla già da pilota Ducati: «Correrò con Avintia Racing, ma l’obiettivo è Ducati»

JOHANN ZARCO
@TECH3

Zarco scioglie le riserve e confessa la firma con Ducati: nel 2020 correrà con Avintia Racing per poi puntare al salto con la Ducati ufficiale

Soltanto nella giornata di ieri, Claude Michy aveva dato una sorta di ufficialità all’approdo del connazionale Johann Zarco alla Ducati, via Avintia Racing. Oggi a gettare ulteriori certezze ci ha pensato lo stesso pilota francese ex KTM, in un’intervista rilasciata al transalpino Moto Journal: «Gigi Dall’Igna mi ha detto di fidarmi, questo mi ha fatto decidere di firmare con Avintia per il prossimo anno». Una dichiarazione che non lascia dubbi: a partire dalla prossima stagione, dunque, Zarco guiderà la Ducati Desmosedici GP19, la moto utilizzata da Andrea Dovizioso e Danilo Petrucci fino all’ultimo Gran Premio di Valencia.

Le mire e gli obiettivi di Zarco, però, sono molto più elevati: «Non ho firmato con Avintia, ma con Ducati. Il mio obiettivo per il Mondiale 2020 è restare stabilmente nella top 10, per poi passare nel team ufficiale nel 2021». La squadra spagnola del team manager Raul Romero sarà, dunque, soltanto di passaggio, un trampolino di lancio, o rilancio se vogliamo, verso quella che, finora, ha rappresentato la sola e concreta alternativa al dominio Repsol Honda. Una decisione non facile, quella di approdare alla scuderia satellite della Ducati, giunta soltanto grazie alla mediazione di Dall’Igna: «All’inizio dubitavo delle capacità del team Avintia, ma poi Branchini mi ha consigliato di fidarmi di Dall’Igna: lui mi troverà un capo meccanico all’altezza».